×

Covid, attesa per giovedì 23 dicembre la cabina di regia sulle nuove restrizioni: i dettagli

Per la mattinata di giovedì 23 dicembre è stata convocata la cabina di regia. Sul tavolo le nuove restrizioni per il contenimento dei contagi.

Cabina di regia restrizioni

Alla luce del nuovo picco dei contagi, è stata convocata la cabina di regia alle ore 9.45 di giovedì 23 dicembre 2021. Sul tavolo verranno messe le misure di contenimento dei contagi tra le quali obbligo di mascherine all’aperto, tamponi e Green Pass.

Stando a quanto riporta ANSA, nel pomeriggio si riunirà anche il Consiglio dei Ministri. “Faremo tutto il necessario per difendere quel poco di normalità che abbiamo raggiunto”, sono le parole del premier.

Cabina di regia restrizioni, il nodo delle mascherine all’aperto

Uno dei principali nodi è quello della mascherina all’aperto che potrebbe tornare ad essere obbligatoria su tutto il territorio nazionale. Non solo. In certi determinati posti al chiuso potrebbe essere richiesta la mascherina di tipo FFp2.

Accanto a queste ultime potrebbe essere affiancata anche l’esecuzione del tampone. “C’è un periodo nel green pass in cui la protezione delle prime due dosi decresce e la terza non è ancora stata fatta. In quel periodo è utile il tampone”, ha osservato a questo proposito il premier Draghi.

Cabina di regia restrizioni, riduzione Green Pass e tamponi anche ai vaccinati

Altro punto che dovrebbe essere discusso riguarderà l’eventualità di ridurre ulteriormente il Green Pass che dovrebbe essere portato a 6 mesi, mentre la terza dose potrebbe essere somministrata a 4 mesi dal secondo richiamo.

Si valuta l’estensione dell’obbligo del vaccino anche per altre categorie di lavoro. Proprio sul fronte lavoro, altra ipotesi sul tavolo – riporta ANSA – potrebbe esssere quella di ritornare a lavorare in regime di smart working. Anche i vaccinati infine potrebbero effettuare il tampone in occasione di grandi eventi.

Cabina di regia restrizioni, Draghi: “Se serve potenzieremo screening nelle scuole”

La riflessione del presidente del Consiglio si è poi rivolta anche verso l’ambito scolastico: “Se serve potenzieremo lo screening nelle scuole, serve il testing e la vaccinazione di tutti e oggi anche dei bambini.

Tutto è necessario per difendere quel poco di normalità che avevamo raggiunto”.

Il premier infine ha precisato come non è mai stata esclusa la possibilità di introdurre l’obbligo vaccinale: “Valuteremo se estenderlo ad altre, non so se sarà discusso domani nella cabina della regia, ma specie se i dati continueranno a peggiorare, sarà in discussione in tempi brevissimi”, ha infine dichiarato.

Contents.media
Ultima ora