×

Covid, aumentano i contagi a Padova: ricoverate due donne incinte

aumento contagi covid padova

Aumentano a Padova i contagi covid, come riporta il report settimanale elaborato dall’ospedale della città veneta: sono state ricoverate due donne incinte e un neonato. Oltre la metà dei soggetti ricoverati è sotto i 44 anni.

Padova, aumentano i contagi covid

Nonostante il Veneto registri un calo nei contagi covid, a Padova si rileva un aumento sensibile dei casi. Secondo il primo dato che emrge dal report settimale reso pubblico dall’ospedale dell’Università di Padova, oltre il 60% dei soggetti positivi ha meno di 44 anni.

Rispetto a 7 giorni prima, nel Padovano si sono registrati 91 casi in più, contro i 307 casi in meno rilevati a livello regionale.

Facendo un confronto con fine agosto 2020, il tasso di incidenza registra 63 casi ogni 100mila abitanti, 15 in meno rispetto all’anno precedente.

Aumentano contagi covid a Padova, la situazione sui vari casi

Su oltre 6mila tamponi effettuati, i positivi nell’ultima settimana sono 166, circa il 2,7% del totale. Come già detto, oltre il 60% colpisce persone sotto i 44 anni.

Nello specifico, 45 sono nella fascia 15-29 anni (fascia non ancora pienamente immunizzata), 20 tra i neonati e 14 anni,, 36 tra i 30 e 44 anni.

solo 15 gli over 65, mentre si registrano 50 casi nella fascia tra i 45-65 anni.

Padova, aumentano i contagi covid: continua la campagna vaccinale

I dati rilevati non sono confortanti, e per questo motivo engli ultimi giorni l’Azienda Ospedaliera dell’Università di Padova continua a dare una mano all’Usl 6 Euganea nell’ottica di una campagna di vaccinazione più fluida e veloce.

 “In questo periodo di ferie la media giornaliera di vaccini effettuati è scesa-dichiara Dal Ben il direttore sanitario della struttura veneta– ma proprio per questo invito i ritardatari a farsi avanti: prenotate online o presentatevi al padiglione, i vaccini non mancano e abbiamo una forza in campo che può far fronte alle richieste che arrivano“.

È fondamentale vaccinarsi in vista dell’autunno per la ripresa sicura di tutte le attività e della scuola“, ha concluso in seguito il suo commento il direttore generale. 

Ricordiamo che nell’ultima settimana sono stati ricoverati 105 pazienti con sospetto covid. Sono Sette i pazienti in Terapia intensiva, di cui sei non vaccinati e un vaccinato ma affetto da pluripatologie.

Contents.media
Ultima ora