×

Covid, Bassetti a Domenica In: le dichiarazioni su AstraZeneca e sugli anticorpi monoclonali

Ospite a Domenica In, l’infettivologo Matteo Bassetti, ha rilasciato alcune dichiarazioni sul vaccino AstraZeneca e sugli anticorpi monoclonali.

Covid

Il professore ordinario di Malattie Infettive e direttore della Clinica Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova, Matteo Bassetti, ha rilasciato alcune dichiarazioni estremamente provocatorie, durante la sua partecipazione a Domenica In.

Covid, Domenica In: le dichiarazioni dell’infettivologo Bassetti

In occasione della sua partecipazione a Domenica In, l’infettivologo Matteo Bassetti si è espresso in merito all’utilizzo del siero sviluppato contro il coronavirus da AstraZeneca. Nei giorni in cui il vaccino anglo-svedese è stato destinato esclusivamente agli over 60, infatti, l’esperto del San Martino di Genova ha ribaltato le carte in tavola lanciando una particolare proposta.

In considerazione dei clamorosi ritardi registrati nell’andamento della campagna vaccinale e dell’indisponibilità di dosisul territorio nazionale, Matteo Bassetti ha affermato che l’Italia dovrebbe affidarsi e incrementare l’utilizzo del vaccino AstraZeneca.

Lo scetticismo e il calo di fiducia attualmente nutrito nei confronti del farmaco anglo-svedese rendono estremamente accessibile il siero sul mercato, grazie all’esubero di dosi rifiutate dagli altri paesi europei.

Secondo l’infettivologo, inoltre, l’Italia dovrebbe anche procedere nell’acquisto del vaccino in modo autonomo in considerazione dell’assoluta sicurezza ed efficacia del prodotto.

A questo proposito, quindi, l’esperto del San Martino ha spiegato: “Potremmo spostare in là la seconda dose, portando ad esempio AstraZeneca a 3 o 4 mesi, ma non bisogna dimenticare che l’obiettivo deve essere coprire rapidamente le persone fragili.

Abbiamo bisogno di mettere in sicurezza gli over 70, concentriamoci su di loro”.

Matteo Bassetti, il ruolo degli anticorpi monoclonali

Nello studio di Domenica In, poi, l’infettivologo Bassetti ha anche affrontato la questione degli anticorpi monoclonali, sottolineando gli “ottimi risultati” riscontrati in Liguria.

Presso il Policlinico San Martino di Genova, in particolare, Matteo Bassetti ha spiegato: “La situazione degli ultimi giorni è decisamente migliorata. Arrivano molti meno malati in pronto soccorso, sono dimessi moltissimi e con degenze più corte. Forse perché abbiamo saputo cogliere la palla al balzo degli anticorpi monoclonali. Spiace che non sia così altrove. In Liguria sono state trattate circa 80 persone in 15 giorni e abbiamo degli ottimi risultati quando questi farmaci sono somministrati in una fase iniziale della malattia. Bisogna lavorare bene con i medici di medicina generale e cogliere questa opportunità dei monoclonali, anche per il futuro. Io non capisco perché in molte regioni non venga utilizzato l’anticorpo monoclonale che, però, è ampiamente disponibile”.

Nata a Napoli il 16 marzo 1992, consegue una laurea triennale in Lettere Moderne, una magistrale in Scienze storiche indirizzo contemporaneo presso l'università "Federico II" di Napoli e il diploma ILAS da Graphic Designer. Ha partecipato a stage di editoria e all’allestimento di fiere del libro con l’associazione "Un'Altra Galassia". Attualmente collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Ilaria Minucci

Nata a Napoli il 16 marzo 1992, consegue una laurea triennale in Lettere Moderne, una magistrale in Scienze storiche indirizzo contemporaneo presso l'università "Federico II" di Napoli e il diploma ILAS da Graphic Designer. Ha partecipato a stage di editoria e all’allestimento di fiere del libro con l’associazione "Un'Altra Galassia". Attualmente collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora