×

Covid: Boccia, 'stato emergenza oltre luglio, Draghi lo avrà spiegato a Salvini'

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 17 giu. (Adnkronos) – "Scienze comportamentali per il buon amministratore? Io penso siano necessarie soprattutto per i leader politici, a partire da Salvini. Fare propaganda su norme che significano altro, alterando la realtà, è segno dei tempi che viviamo". Così Francesco Boccia, deputato PD e responsabile Enti locali della Segreteria nazionale, nel corso di un seminario organizzato dalla Fondazione Costituente del Partito democratico, guidata da Gianni Cuperlo.

"Molto probabilmente oggi il presidente Draghi, che fa un lavoro paziente, avrà spiegato a Matteo Salvini cosa sia lo stato di emergenza e perché è inevitabile che vada oltre il 31 luglio e non ha nulla a che vedere con la limitazione delle libertà individuali di cui, per fortuna oggi, non c'è più bisogno".

"Ma resta necessario per tutta una serie di attività, semplificazioni e procedure amministrative che i nostri amministratori locali e regionali continuano a fare, anche se l'emergenza sanitaria potrebbe sembrare superata.

Lo stato di emergenza finirà quando non ci sarà più bisogno dell'intervento dello Stato, delle Regioni, dei comuni nella vita quotidiana e negli interventi di ricostruzione e potenziamento delle reti sanitarie. Negarlo è da ipocriti".

Contents.media
Ultima ora