> > Covid, boom di casi in Veneto: quasi 4mila contagi e 13 morti in 24 ore

Covid, boom di casi in Veneto: quasi 4mila contagi e 13 morti in 24 ore

Covid Veneto contagi

Il bollettino giornaliero in Veneto segnala 3.993 nuovi positivi, per un totale di quasi 46mila persone contagiate e attualmente in isolamento.

Gli effetti della quarta ondata si fanno sentire in tutto il Vecchio Continente.

In diversi Paesi gli ospedali sono sotto pressione e preoccupa la situazione nell’Est Europa, ma anche in Olanda, Austria e Germania, fino al Regno Unito. Tuttavia, la nuova ondata di Covid – complice probabilmente anche la variante Omicron – sta comportando un incremento di contagi e ricoveri anche in Italia, dove il tasso di positività è balzato al 4%. La situazione si complica in particolare in alcune Regioni, come il Veneto, dove in 24 ore si registra un nuovo boom di positivi: sono quasi 4mila i contagi segnalati nell’ultimo bollettino.

13 le vittime.

Covid, in Veneto nuovo boom di contagi

Con 3.993 nuovi positivi e 13 vittime in 24 ore, in Veneto si assiste a una situazione piuttosto critica.

Sotto Natale, se l’andamento epidemiologico non dovesse cambiare rotta, il brusco aumento dei casi potrebbe determinare l’introduzione di nuove restrizioni.

Al momento, le persone in isolamento sono quasi 46mila. Il Veneto è la prima Regione in Italia per numero di cittadini attualmente positivi. Segue la Lombardia, a fronte però di un numero di abitanti nettamente superiore.

Covid, in Veneto aumentano i contagi e i ricoveri

Non solo il boom di casi: in Veneto sono in aumento anche i ricoveri ospedalieri. L’obiettivo è evitare che gli ospedali tornino ad affrontare una situazione di estrema crisi, passando settimane costantemente sotto stress.

Tuttavia, in area medica si assiste a una decisa crescita dei ricoveri (+46). Si registra una dismissione in terapia intensiva.

Covid, in Veneto nuovo boom di contagi: la Regione è a rischio zona gialla

Nonostante la crescita dei contagi e dei ricoveri, per un’altra settimana il Veneto riesce a salvarsi dalla zona gialla e resta bianco, in quanto i ricoveri in terapia ordinaria non superano la soglia limite.

Tuttavia, il governatore Luca Zaia ha lanciato un nuovo avvertimento:Siamo in una situazione di pressione che va tenuta sotto controllo, ma che riusciamo a gestire.

La prossima settimana il Veneto sarà ancora bianco, perché non abbiamo raggiunto il limite del 15% di ricoverati Covid in area medica (siamo all’11%) , mentre siamo oltre gli altri due parametri nazionali richiesti, che sono il 10% di occupazione delle terapie intensive (siamo al 12%), e l’incidenza (siamo a 371,1 casi ogni 100mila abitanti su un limite di 50)”.

Se la prossima settimana la Regione dovesse superare la soglia di allerta del 15%, “vorrà dire che nella settimana di Natale saremo in giallo, sottolinea Zaia.