×

Covid, Brusaferro (Iss): “Siamo in una fase di decrescita dei contagi”

Il presidente dell'Iss, Silvio Brusaferro, ha evidenziato il miglioramento del quadro Covid e ha rinnovato l'invito a rispettare le misure restrittive.

brusaferro Iss

Il presidente dell’Iss, Silvio Brusaferro, ha evidenziato il miglioramento del quadro Covid in Italia e ha rinnovato l’invito a rispettare le misure restrittive in vigore.

Quadro epidemiologico in miglioramento

Il quadro epidemiologico in Italia è in netto miglioramento. A confermarlo, è il monitoraggio settimanale del Ministero della Salute, che mostra in calo sia l’incidenza che l’indice di trasmissibilità Rt.

La prima è scesa a 672 contagi ogni 100 mila abitanti, contro i 962 della precedente rilevazione, mentre il secondo parametro è pari a 0,77, contro il vecchio 0,89.

Curva dei contagi in calo

Il presidente dell’Istituto superiore per la sanità (Iss), Silvio Brusaferro, ha evidenziato come la curva dei contagi sia in continua decrescita, trend comune un po’ per tutti i Paesi europei. Grazie a questa situazione, anche gli ospedali possono tirare un sospiro di sollievo:

«Le terapie intensive si attestano intorno al 10,4% rispetto al 13,4% della settimana scorsa, passando da 1.322 pazienti ricoverati a 1.037. Per l’area medica il trend è analogo: si passa dal 26,5% della scorsa settimana al 22,2% di questa».

E ancora, ha parlato della straripante diffusione di Omicron e di come abbia cambiato il flusso della pandemia; importante rispettare comunque le misure restrittive in vigore e non abbassare la guardia:

«In conclusione, ci troviamo di fronte a un’epidemia monopolizzata dalla variante Omicron con un trend in discesa sia per quanto riguarda l’incidenza che per il numero di ricoveri. È importante continuare a rispettare le misure comportamentali individuali e collettive, così come è importante mantenere un’elevata copertura vaccinale in tutte le fasce d’età, compresa quella tra i 5 e gli 11 anni».

L’analisi derl ministero della Salute

Anche il professor Giovanni Rezza, direttore del dipartimento di prevenzione presso il ministero della Salute, ha evidenziato il trend positivo di decrescita dei contagi e l’importanza di avere un basso tasso di ospedalizzazione a causa del Covid:

«Continua a diminuire l’incidenza di casi di Covid-19. […] Il tasso di occupazione dei reparti di area medica e terapia intensiva è rispettivamente al 22,2 e 10,4%, quindi c’è una tendenza graduale ma continua alla diminuzione della congestione delle strutture ospedaliere. La situazione epidemiologica è in deciso miglioramento ma i numeri rimangono alti. Bisogna continuare a mantenere comportamenti ispirati alla prudenza, utilizzando la mascherina al chiuso e in caso di assembramenti».

Contents.media
Ultima ora