×

Covid, come cambia l’attività sessuale dopo aver contratto il virus: i possibili effetti collaterali

Il Covid non fa distinzione tra uomini e donne, ma può influenzare negativamente l'attività sessuale di entrambi

Coppia

Il sesso è uno di quei piaceri della vita a cui nessuno vorrebbe mai rinunciare. Purtroppo però, chi ha contratto il Covid-19, potrebbe andare incontro ad effetti collaterali che renderebbero un rapporto sessuale un po’ più complicato.

Covid e sesso, come il virus influenza le donne

I problemi possono esserci sia per gli uomini che per le donne. Il Giornale di Sicilia riporta uno studio condotto dalla dottoressa Victoria Male, docente di immunologia riproduttiva all’Imperial College di Londra. La dottoressa Male si è concentrata sull’apparato femminile, individuando una possibile correlazione tra il ciclo mestruale e la vaccinazione anti Covid-19. Correlazione confermata dalla dottoressa Daniela Galliano, che oltre a parlare di vaccino si è concentrata anche sull’infezione virale, affermando che “l’alterazione del ciclo mestruale è il risultato di una risposta immunitaria.

Qualsiasi tipo di infezione virale o la somministrazione di un vaccino che la riproduce stimola il sistema immunitario che agisce sugli ormoni che regolano il ciclo mestruale. Dall’azione di questi ormoni, per esempio, dipende anche lo spessore dell’endometrio, la mucosa interna dell’utero che si sfalda e si perde durante la mestruazione“.

Covid e sesso, come il virus influenza gli uomini

Per quanto riguarda gli uomini invece, non ci sono ottime notizie.

Molte persone hanno iniziato a soffrire di disfunzione erettile dopo aver contratto il Covid-19. La correlazione tra tale disfunzione e il virus è data dal fatto che alcune particelle di virus possono entrare nel pene e ridurre il flusso di sangue diretto verso l’organo genitale maschile. Oltre alla disfunzione erettile, gli uomini possono andare incontro ad orchiti ed infiammazioni dei testicoli. I medici consigliano sempre di fare un controllo dopo essere guariti dal famigerato virus.

Covid e sesso, le soluzioni ai problemi sessuali legati al virus

Se per le donne la situazione sembra essere reversibile, come sostiene la dottoressa Galliano, per gli uomini la disfunzione erettile potrebbe essere anche un danno permanente. In alcuni pazienti si è osservato che nemmeno la terapia farmacologica sia riucita a dare dei benefici. Non bisogna disperare però, in quanto i medici consigliano di utilizzare dei macchinari noti come pompe o dei dispositivi di stretching, che potrebbero aiutare a riabilitare le persone con disfunzioni erettili legate al Covid-19.

Contents.media
Ultima ora