×

Covid, commissario di Polizia vaccinato morto a 59 anni: addio a Massimo Biazzetti

Risultato positivo al Covid, il commissario di Polizia Massimo Biazzetti è morto a 59 anni: lutto tra la comunità di Frascati. 

commissario polizia morto covid

Tragedia a Frascati, dove il commissario di Polizia Massimo Biazzetti è morto all’età di 59 anni dopo aver contratto il Covid. Lascia la compagna, agente di polizia locale nella medesima città, e due figli adolescenti.

Commissario Polizia morto per Covid

Secondo quanto appreso, l’uomo era risultato positivo all’infezione e aveva iniziato a manifestare i primi sintomi. Dopo un aggravamento, si era recato all’ospedale di Casal Palocco dove i medici lo avevano ricoverato nel reparto dei malati gravi. In breve tempo il suo quadro clinico è precipitato e il suo cuore ha smesso di battere. Come da protocollo, aveva effettuato entrambe le dosi di vaccino contro il Covid.

La notizia della sua scomparsa ha sconvolto l’intera comunità, strettasi intorno ai suoi famigliari.

Il sindaco Francesca Sbardella lo ha descritto come un uomo serio, preparato, buono e disponibile così come il senatore del Partito Democratico Bruno Astorre.

Apprendo con dolore la notizia della scomparsa di Massimo Biazzetti, sempre sorridente, gentile e disponibile. Mando un forte abbraccio e le mie più sentite condoglianze alla famiglia“, ha affermato.

Commissario Polizia morto per Covid, il sindacato: “Attivi per contenere rischio contagio”

In Polizia da circa 40 anni, Massimo era arrivato a Frascati cinque anni fa da Roma.

Anche il segretario Generale di Roma del Sindacato della Polizia di Stato LeS, Luca Andrieri, ha espresso le condoglianze ribadendo che il sindacato si sta attivando per contenere le situazioni di rischio contagio in cui possono trovarsi gli operatori di Polizia a contatto con l’utenza del territorio.

Contents.media
Ultima ora