×

Covid, ecco la politica adottata dalla Delta Air Lines nei confronti dei dipendenti non vaccinati

La compagnia aerea Delta Air Lines rinnova la politica nell'ambito dell'assistenza sanitaria e introduce nuove regole per i dipendenti non vaccinati

Covid, ecco la politica adottata dalla Delta Air Lines per contrastare il personale no vax

Qualche settimana fa si era discusso del caso della compagnia aerea australiana Qantas, che a tutela di viaggiatori e personale, ha disposto l’obbligo vaccinale per tutti i suoi dipendenti.

A distanza di appena dieci giorni, una notizia di ambito simile proviene dagli Stati Uniti e riguarda stavolta la nota compagnia statuinitense Delta Air Lines, la quale ha introdotto nuove regole per il personale che non vuole sottoporsi a vaccinazione, dopo l’incremento dei dipendenti ricoverati (tutti non vaccinati).

Covid, Delta Air Lines introduce nuove misure per il personale non vaccinato

Una vera e propria guerra quella dichiarata dalla Delta Air Lines ai membri del proprio personale, che non si sono ancora sottoposti alla somministrazione del vaccino anti-Covid.

Nello specifico, a partire dal 1° novembre 2021, entreranno in vigore alcune misure, che dovranno necessariamente essere seguite dai dipendenti della nota compagnia aerea e la cui messa in atto è stata resa necessaria dal dato sui dipendenti ricoverati a causa del Covid, risultati tutti non vaccinati all’atto pratico.

Covid, Delta Air Lines e le nuove misure per i dipendenti non vaccinati: quali sono?

Sta facendo molto discutere la scelta di Delta Air Lines, nota compagnia aerea statunitense, di mettere in atto misure specifiche per i dipendenti non vaccinati. Nello specifico a partire dall’1 novembre del 2021, il personale della compagnia aerea che non si è ancora sottoposto a vaccinazione anti-Covid, dovrà pagare 200 dollari in più al mese per rimanere nel piano di assistenza sanitaria della società.

Ma non solo questo, i dipendenti non vaccinati dovranno obbligatoriamente indossare la mascherina e a partire da metà settembre 2021 dovranno sottoporsi a test settimanali per il Coronavirus.

Covid, Delta Air Lines introduce nuove misure per i dipendenti non vaccinati: il motivo

A motivare le recenti decisioni intraprese dai vertici della compagnia aerea Delta Air Lines, sono stati gli stessi membri del direttivo, che in un messaggio ai lavoratori hanno mostrato i costi affrontati dell’azienda per sostenere economicamente le cure mediche per i dipendenti che hanno avuto bisogno di un ricovero in ospedale, tutti non vaccinati.

Il costo in media è stato di 40mila dollari a persona, ciò per la compagnia aerea si costituisce come un forte pericolo e rischio dal punto di vista finanziario.

Ecco perchè sono state apportate delle modifiche alla politica dell’assistenza sanitaria, che entreranno ufficialmente in vigore dall’1 novembre 2021. Tali misure puntano a incoraggiare le vaccinazioni tra il personale rimasto ancora privo di protezione contro il Covid e al contempo a sostenere economicamente l’azienda, che da sola non può assumersi la responsabilità di pagare le spese sanitarie di tutti i dipendenti non vaccinati. Una decisione che sicuramente è destinata a far discutere.

Contents.media
Ultima ora