×

Covid, Galli: “C’è la possibilità che continui a modificarsi causando malattie ed infezioni”

Secondo Massimo Galli c'è il rischio che il Covid continui ad evolvere e modificarsi causando malattie ed infezioni.

galli covid

Il virologo Massimo Galli si è espresso su come potrebbe evolvere la pandemia evidenziando che il virus continuerà a mutare e a creare malattie ed infezioni. Già la variante Omicron, che sembra comunque generare sintomi meno gravi delle altre, “qualche pesante prezzo ce lo fa pagare in termini di malattie gravi o peggio” a causa della sua alta contagiosità.

Covid, Galli: “Continuerà a mutare”

Intervenuto durante la trasmissione L’aria che tira su La7, l’esperto ha sottolineato che, quando i numeri sono molto alti, non c’è dubbio che aumentino anche i casi gravi pur in presenza di una variante meno aggressiva. “È anche l’emblema che questo virus cambia, tanto che in meno di un anno sono emerse la bellezza di tre varianti che si sono sostituite una all’altra e hanno avuto grande diffusione“, ha aggiunto.

E il Covid continuerà ad evolvere, soprattutto per il basso tasso di vaccinazione dei paesi più poveri che fa sì che il virus circoli e di conseguenza muti. Senza andare in altri stati, ciò può comunque accadere “anche quando riesce ad infettare molto e circolare molto come in Italia, con la chance che “continui a crearci questa catena di Sant’Antonio, con buona pace del santo, con nuove malattie e infezioni“.

Covid, Galli sulle reinfezioni

Quanto infine alle reinfezioni e alla possibilità di contrarre nuovamente il virus, Galli ha specificato che “credo che non vedremo reinfezioni con lo stesso virus mentre con qualcosa di diverso non lo so“. Dati alla mano, egli stesso aveva sostenuto che i guariti avessero poche probabilità di reinfettarsi nonostante fossero più o meno vaccinati.

Adesso con Omicron abbiamo un sacco di reinfezioni e ci sono persone che al vaccino non rispondono o rispondono molto poco“, ha constatato.

In ogni caso, ha concluso, con il vaccino “il Covid ti infetta ma non è grado di ammazzarti”.

Contents.media
Ultima ora