> > Covid, Galli: "Finisce in terapia intensiva con un tubo in gola anche chi sta...

Covid, Galli: "Finisce in terapia intensiva con un tubo in gola anche chi sta bene"

galli terapia intensiva

Galli ha ricordato che in terapia intensiva rischia di finire chiunque, anche un soggetto senza patologie e in buona salute. 

L’infettivologo dell’ospedale Sacco di Milano Massimo Galli ha ricordato che tutti, anche chi sta bene di salute, possono essere suscettibile al Covid e finire in terapia intensiva: per questo ha manifestato l’esigenza e l’importanza di fare il vaccino contro l’infezione.

Galli sulla terapia intensiva

Intervenuto durante la trasmissione Agorà in onda su Rai Tre, l’esperto ha affermato che “anche chi si sente Rambo o chi non ha altre malattie finisce con un tubo in gola“. Ha poi spiegato che non siamo tutti uguali di fronte alla malattia e che questo virus si comporta nelle persone nei modi più differenti, tanto che non sono stati pochi i casi di atleti in ottima salute finiti ricoverati.

Di qui la necessità di vaccinarsi per essere coperti, in percentuale molto alta, dalla sintomatologia più grave.

Quanto alla situazione epidemica attuale, ha evidenziato che gli italiani sono stati molto responsabili ma si inizia ad avere una situazione con un’evidente pericolosità e che è in marcia. Con grandi numeri di infezione, finisce infatti in rianimazione anche una parte di persone che non ha comorbosità ma che per vari fattori è più suscettibili all’infezione.

Galli sulla terapia intensiva e lo slittamento degli interventi

Uno degli aspetti più gravi, ha continuato Galli, è che siamo di nuovo in molte situazioni a livello di guardia per quanto riguarda la disponibilità di ricoveri. Questo rischia di ritardare interventi già programmati su alti fronti: “la gente che si è vaccinata per se stessa e per gli altri si troverà ad avere un altro elemento di disagio, per usare un eufemismo“.