×

Covid, Gelmini sullo stato di emergenza: “Possibile proroga”

Il Ministro agli affari regionali Mariastella Gelmini, ha annunciato che lo stato di emergenza potrebbe essere esteso.

Gelmini stato di emergenza

Lo stato di emergenza, la cui scadenza è prevista al 31 dicembre 2021, potrebbe essere prorogato. L’annuncio arriva dal Ministro agli affari regionali Mariastella Gelmini che davanti alle telecamere del Tg3, ha fatto il punto della situazione su come potrebbe evolversi la situazione pandemica nel nostro Paese.

“Lo stato di emergenza scadrà il 31 dicembre, non ne abbiamo ancora parlato. Le decisioni verranno assunte sulla base dell’evidenza del momento”, ha spiegato. 

Gelmini stato di emergenza, “Probabile proroga vista la recrudescenza del virus”

La proroga dello stato di emergenza  “è probabile […] considerata la recrudescenza del virus e il fatto che ci troveremo in pieno inverno”, sono queste le parole del Ministro Gelmini nel corso del suo intervento al Tg3.

A tal proposito ha spiegato che le Regioni “hanno dovuto affrontare ingenti spese per l’emergenza sanitaria, il governo ne è perfettamente consapevole e il Ministero dell’Economia e delle Finanze sta analizzando le richieste. Confidiamo di potere dare una risposta a breve”.

Gelmini stato di emergenza, Boccia: “Situazione in Italia sotto controllo”

A dedicare una riflessione su questo tema, si è unito il responsabile degli Enti locali dem Francesco Boccia che – riporta Adnkronos – ha affermato che la somministrazione del vaccino e la proroga dello stato di emergenza dovrebbero diventare una tappa obbligata: “Ora, però, dobbiamo evitare di vanificare la quasi normalità riconquistata e la ripresa economica intrapresa: con questo scenario in Europa, terza dose di vaccino e proroga dello stato di emergenza diventano scelte obbligate”, ha precisato. 

Gelmini stato di emergenza, Borghi (Lega): “Se ci saranno pochi contagi non è emergenza”

A non avere dubbi invece se lo stato di emergenza possa avere un futuo è il deputato leghista Claudio Borghi che – riporta il quotidiano “La Stampa”, ha affermato: “Ero contrario alla vaccinazione per i minorenni, tuttora sconsigliata in molti Paesi e da illustri scienziati, figurarsi per i bambini. Quanto allo stato d’emergenza se ci saranno pochi contagi non c’è emergenza, se ce ne sono tanti allora sarà sbagliata la strategia”. 

Contents.media
Ultima ora