×

Covid, i dati Inail: ogni lavoratore positivo resta assente per in media un mese

Un report dell'Inail mostra quanto la pandemia ha influenzato negli ultimi due anni il mondo del lavoro: 191.046 denunce di infortunio per Covid

covid inail

Un report dell’Inail mostra quanto la pandemia ha influenzato negli ultimi due anni il mondo del lavoro: 191.046 denunce di infortunio per Covid.

Dati Inail, negli ultimi due anni quasi 200 mila infortuni per Covid: le assenze

La vita di tutti noi è stata profondamente stravolta nel corso degli ultimi due anni a causa della pandemia Covid.

In questo periodo, secondo i dati raccolti dall’Inail, in media ogni lavoratore contagiato ha perso un mese intero di lavoro. Da gennaio 2020 a dicembre 2021 sono stati 191.046 i contagi segnalati, cioè una denuncia di infortunio su sei. Il 68% dei contagiati sono donne.

Dati Inail, negli ultimi due anni quasi 200 mila infortuni per Covid: i decessi

Per quanto riguarda i decessi, quelli comunicati all’inail sono stati 811, cioè lo 0,6% dei morti totali per il virus da inizio pandemia.

Moltissimi di loro erano parte del personale sanitario. Da sottolineare anche che il numero dei decessi sia calato molto nel 2021, scendendo del 57,2%. A subire le conseguenze più gravi del coronavirus sono stati poi gli uomini tra i 50 e i 64 anni, circa il 71%.

Dati Inail, negli ultimi due anni quasi 200 mila infortuni per Covid: le denunce

Il 96% delle segnalazioni fatte all’inail hanno prodotto un risarcimento.

Le denunce più frequenti arrivano dalla fascia 35-49 anni (al 36,6%), al secondo posto gli under 35 con il 19,2%. Poche segnalazioni per gli over 65 (1,9%).

Contents.media
Ultima ora