×

Covid, il primo ministro Boris Johnson annuncia che non ci saranno altre restrizioni fino a Natale

Il primo ministro Britannico Boris Johnson ha annunciato che fino al 25 dicembre non verranno messe in atto ulteriori restrizioni.

Boris Johnson restrizioni Natale

Sono settimane particolarmente critiche per il Regno Unito. Basti pensare che solo nella giornata di martedì 21 dicembre, i casi di covid rilevati sono stati 90.629, mentre i decessi accertati sono stati 172. Eppure il primo ministro britannico Boris Johnson ha reso noto che almeno fino al 25 dicembre non verranno messe in atto ulteriori restrizioni, pur riconoscendo la complessità della situazione.

Boris Johnson restrizioni Natale, “La situazione rimane estremamente difficile”

Ad ogni modo si tratta di un quadro che potrebbe evolversi ancora, tanto che la nuova variante Omicron – ha osservato Johnson in un videomessaggio – corre ad una velocità senza precedenti. Ha tuttavia messo in evidenza come, dato il periodo, i piani dei cittadini per Natale avrebbero potuto cambiare da un giorno all’altro: “La situazione rimane estremamente difficile ma mi rendo anche conto che le persone hanno aspettato per capire se i loro piani per Natale sarebbero stati condizionati”, ha affermato a tal proposito.

Boris Johnson restrizioni Natale, “Non possiamo escludere le misure dopo il 25 dicembre”

In ogni caso nei prossimi giorni la situazione potrebbe cambiare ancora. Il premier Johnson ha infatti affermato che non è possibile escludere che dopo il 25 dicembre possano essere presi ulteriori provvedimenti: “Terremo sotto controllo i dati e faremo tutto ciò che serve per proteggere la salute pubblica”.

Ha quindi aggiunto: “Non pensiamo ci siano sufficienti elementi per giustificare altre misure più restrittive prima di Natale”.

Boris Johnson restrizioni Natale, “Chiedo a tutti di usare cautela”

Infine Boris Johnson ha lanciato un appello ai cittadini chiedendo di non abbassare la guardia e di prestare la massima cautela. “Continueremo a monitorare Omicron con molta attenzione e se la situazione dovesse peggiorare saremmo pronti alle azioni necessarie. Questo significa che le persone possono andare avanti con i propri piani per Natale. La situazione rimane in bilico, chiedo a tutti di usare cautela: continuate a proteggere voi e i vostri cari, in particolare i più fragili”.

Contents.media
Ultima ora