×

Covid, il professor Paul Hunter: “Il coronavirus farà parte della nostra vita per decenni, forse secoli”

Il professore di protezione della salute e medicina Paul Hunter in un'intervista ha dichiarato che il Coronavirus durerà anni.

covid Paul Hunter

Il Coronavirus durerà decenni se non secoli. Lo sostiene il professore dell’Università dell’East Anglia Paul Hunter. In un’intervista rilasciata a Sky News, ha dichiarato nel prossimo futuro sarà impossibile arrivare davvero ad un rischio zero. Secondo l’esperto dovremo dunque conviverci.

“Questi sono virus che ci infettano ripetutamente per tutta la vita”, ha affermato. 

Covid Paul Hunter, “Il virus durerà decenni” 

“Il problema è che molte persone credono ancora che possiamo arrivare a un punto in cui non c’è alcun rischio con questo, in cui possiamo avere zero covid”, queste le parole del professore Paul Hunter che in una recente esclusiva di Sky News, ha dichiarato che dovremo aspettarci che il Covid-19 duri a lungo, decenni o forse secoli.

In definitiva – spiega l’esperto – arriveremo in un punto in cui smetteremo di preoccuparci su quale sarà l’impatto del covid nella società e vivremo sapendo che il covid durerà a lungo. 

Covid Paul Hunter, “Arriveremo a dirci che abbiamo fatto il possibile”

Ma come riusciremo a convivere con il virus? Secondo Paul Hunter dovremo essere prima di tutto consapevoli di aver fatto tutto il possibile per prevenire la diffusione dei contagi.  “Se vogliamo mantenerci in questo equilibrio epidemico – dove viviamo in equilibrio con questo virus – a un certo punto dobbiamo solo dire: ok, abbiamo fatto il possibile…

abbiamo fatto ciò che dobbiamo fare per proteggere la salute delle persone e questo virus continuerà a circolare per decenni e probabilmente secoli”, ha dichiarato. 

Covid Paul Hunter, Ilaria Capua: “Il virus non se ne andrà” 

A mettere in luce il fatto che il Coronavirus non se ne andrà anche la virologa Ilaria Capua che davanti ai microfoni di Sky TG24 ha dichiarato qualche settimana fa: “Se ci saranno livelli elevati di vaccinazioni in tutte le Regioni, avremo soltanto piccoli focolai che non intralceranno il funzionamento normale del Paese.

Bisogna passare attraverso la vaccinazione e la consapevolezza che il virus non se ne andrà: dobbiamo stare attenti, ormai lo sappiamo”. 

Ha quindi aggiunto che qualsiasi vaccino serve a proteggere dalle malattie, nonché a fare in modo che ci siano meno ricoveri: “Se esiste una forbice di persone non vaccinate tra i 60 e i 70 anni, rischiano di finire in ospedale […] Sei tu che rischi di finire in ospedale, sei anche fesso… Qualsiasi vaccino protegge e non può fare il male che può provocare la malattia: gli strascichi possono essere lunghissimi”.

Contents.media
Ultima ora