×

Covid, in arrivo la certificazione di esenzione dal vaccino per chi ha patologie pregresse

Autorizzato certificato per gli esenti dal vaccino anti-Covid destinato a chi ha patologie conclamate e a chi non ha potuto ricevere la seconda dose.

certificazione esenzione vaccino

Mentre si discute sull’introduzione del green pass obbligatorio, in vigore per ristoranti e altre attività al chiuso da venerdì 6 agosto, il Ministero della Salute ha autorizzato la certificazione di esenzione dal vaccino anti-Covid per chi ha patologie pregresse conclamate o per chi non ha potuto ricevere la seconda dose.

Covid, certificazione di esenzione dal vaccino

È arrivata la circolare del Ministero della Salute che autorizza il certificato per gli esenti dal vaccino anti-Covid. Il documento è indirizzato a chi non ha potuto vaccinarsi, temporaneamente o definitivamente, per patologie conclamate o per chi non ha ricevuto la seconda dose a causa di effetti avversi (molto rari) segnalati in seguito alla prima somministrazione.

La certificazione sarà di fondamentale importanza per chi ha avuto un problema di salute tra la prima e la seconda dose di vaccino anti-Covid.

Essenziale anche per chi non ha potuto vaccinarsi in seguito a un parere negativo ricevuto dal medico e legato a patologie pregresse. Il certificato autorizzato è importante per tutti i “malati rari e cronici che, per via della loro patologia, non hanno la possibilità di accedere alla vaccinazione”, come ricorda il Ministero. In tale categoria rientrano tutte le persone che per motivi conclamati e giustificati non si sono sottoposti al ciclo vaccinale o non lo hanno concluso, ma che dal 6 agosto – con l’introduzione del green pass obbligatorio – sarebbero rimasti esclusi da molte attività, come piscine, palestre, ristoranti, bar, teatri, cinema.

Certificazione di esenzione dal vaccino anti-Covid: il documento

“La certificazione di esenzione alla vaccinazione” contro il coronavirus “viene rilasciata nel caso in cui la vaccinazione stessa venga omessa o differita per la presenza di specifiche condizioni cliniche documentate, che la controindichino in maniera permanente o temporanea”, si precisa nel documento rilasciato dal Ministero.

Le persone con esenzione dal vaccino anti-Covid “devono essere adeguatamente informate sulla necessità di continuare a mantenere le misure di prevenzione”, indossando la mascherina e mantenendo il distanziamento.

Certificazione di esenzione dal vaccino anti-Covid: come ottenerla

Chi riceve l’esenzione dal vaccino anti-Covid potrà ottenere la certificazione in formato cartaceo. Il documento ha validità fino al 30 settembre 2021, salvo ulteriori disposizioni. Si precisa che la durata della validità, “sulla base delle valutazioni cliniche, verrà aggiornata quando sarà avviato il sistema nazionale per l’emissione digitale delle stesse” per “consentirne la verifica digitale”.

Temporaneamente ed entro la fine di settembre 2021 sono accettati anche i certificati di esclusione vaccinale precedentemente emessi dai Servizi sanitari regionali. Fino a quella data, inoltre, le certificazioni potranno essere rilasciate direttamente dai medici vaccinatori dei Servizi sanitari regionali o dai medici di medicina generale, ma anche dai pediatri.

Contents.media
Ultima ora