×

Covid, in Cina salgono a 20 milioni le persone in lockdown

Dopo Xi'an e Yuzhou, nelle ultime ore anche una terza città è stata posta in stretto lockdown per contenere la diffusione del Covid-19.

Covid Cina lockdown

Salgono i contagi di Covid-19 in tutto il mondo, complice la diffusione della variante Omicron: in Cina 20 milioni di persone sono in lockdown.

Covid, in Cina nuovo lockdown

Entra in lockdown la città di Anyang, nella provincia centrale dell’Henan.

Restano in lockdown i suoi 5,5 milioni di abitanti. La decisione è stata presa dopo la conferma di due casi Omicron, legati presumibilmente ad altri due positivi alla variante Omicron scoperti sabato 8 gennaio nella città di Tianjin.

LEGGI ANCHE: Variante Omicron, focolaio a Tianjin in Cina: pronti oltre 14 milioni di test

I residenti di Anyang non possono uscire dalle loro case, mentre negozi, ristoranti e fabbriche sono rimasti chiusi.

Stando a quanto reso noto dalle autorità locali, in seguito alla positività di 9 persone, 4.000 studenti e membri del personale scolastico della città sono stati collocati in centri di quarantena gestiti dal Governo. In totale la città ha registrato 84 casi di Covid-19 all’indomani delle due infezioni di Omicron scoperte solo pochi giorni prima, l’8 gennaio.

Covid in Cina: quali sono le città in lockdown

Non solo Anyang: costrette al lockdown anche le città di Xi’an, nella provincia nord-occidentale dello Shaanxi, e Yuzhou, nella provincia dell’Henan.

Nel primo caso si contano 13 milioni di persone in lockdown. A Yuzhou ci sono, invece, 1,1 milioni di abitanti.

Covid, in Cina nuovo lockdown: non ci saranno restrizioni per le Olimpiadi invernali

Aumentano i casi di Covid e si avvicinano le Olimpiadi invernali di Pechino che si svolgeranno come previsto “senza adeguare le misure di prevenzione del Covid-19 a meno che non ci siano molti casi all’interno del sistema delle bolle”.

A comunicarlo è stato Huang Chun, funzionario del Comitato organizzatore di Pechino 2022, spiegando che, nonostante la scoperta di alcuni casi Omicron, “non ci sono elementi per poter dire che la situazione sia cambiata”.

Contents.media
Ultima ora