×

Covid, in Cina torna l’obbligo della mascherina anche all’aperto

Per paura di una possibile recrudescenza del covid, in Cina torna obbligatoria la mascherina nei luoghi chiusi e all'aperto.

mascherina all'aperto cina

Contro il rischio di una recrudescenza del covid, in Cina torna l’obbligo della mascherina anche all’aperto. Oltre metà delle province cinesi sono in lockdown. Previsti test anticovid di massa e restrizioni ai viaggi all’estero.

Cina, torna l’obbligo della mascherina all’aperto

In Cina torna la preoccupazione di una possibile recrudescenza del covid, e così le autorità di Pechino hanno deciso di attuare nuove norme stringenti, come l’obbligo della mascherina anche all’aperto.

Una presa di posizione contraria e soprendente, alla luce della conferenza stampa qualche giorno tenuta da He Qinghua, funzionario della Commissione Sanitaria Nazionale cinese, dove diceva testualmente: “Il paese è a basso rischio nella possibilità di sviluppare un’epidemia su larga scala a livello nazionale, poiché la recente ricomparsa del virus dalla fine di luglio è stata tenuta sotto controllo”

Cina, mascherina all’aperto e nuovi lockdown

Secondo quanto riporta la Cnn, già più della metà delle province cinesi e quindi di Pechino sono già state messe in lockdown, e nei prossimi giorni sono previsti massicci test anticovid. Imposte restrizioni ferree anche ai viaggi all’estero.

Una situazione già vista nei mesi precedenti, ma diversa rispetto a quella vista a luglio, dove in Cina era tornata la normalità e la gente girava tranquillamente senza mascherine.

Nella giornata di venerdì 13 agosto 2021 però la commissione Nazionale per la Salute cinese ha deciso di prendere provvedimenti anzitempo, rivedendo le linee guida e irrigidendole per evitare una recrudescenza improvvisa dei contagi.

Non solo mascherina obbligatoria all’aperto, ma soprattutto nei luoghi chiusi (cinema, bar, ristoranti, centri commerciali, ascensori, aeroporti). Coinvolti anche i mezzi pubblici e affollati, come parchi o piazze.

Mascherina all’aperto in Cina, Commissione: “Gente meno consapevole”

La scelta di rimettere come obbligo la mascherina all’aperto non è solo data dalla paura per un ritorno del covid, ma anche per il comportamento naif messo in mostra dalla gente cinese, come dichguara la Commissione: “Il pubblico è diventato meno consapevole della prevenzione del Covid-19.

Alcuni pensano di non dover indossare una mascherina dopo essere stati vaccinati, il che porta a scappatoie nella prevenzione dell’epidemia e nella protezione personale“. 

Ricordiamo infatti che il prossimo febbraio 2022 la Cina ospiterà per la prima volta le Olimpiadi Invernali, e il governo ciens enon ha nessuna intenzione di rinunciare allo storico appuntamento sportivo.

Contents.media
Ultima ora