×

Covid, ipotesi tamponi ai vaccinati: cosa ne pensano gli esperti

Covid, ipotesi di tamponi obbligatori per partecipare a grandi eventi. Anche per i vaccinati. Il parere (discordante) degli esperti

tampone per i grandi eventi

Si pensa al tampone obbligatorio per partecipare a eventi con grande affluenza, anche per chi è vaccinato con due o tre dosi. L’ipotesi divide gli esperti.

Covid, ipotesi di tampone ai vaccinati per alcuni eventi

Tampone negativo obbligatorio per accedere a grandi eventi, anche per i vaccinati.

Questa idea serpeggia tra le teste di alcuni vertici sanitari e governativi. Per fare un nome, il presidente del Css – Consiglio superiore di Sanità – Franco Locatelli, ha considerato l’ipotesi «da valutare» in caso di peggioramento della situazione Covid in italia.

La questione si è diffusa tra gli esperti, che hanno espresso pareri discordanti.

Covid, tamponi per i vaccinati: il pensiero di Bassetti

Matteo Bassetti, direttore della Clinica malattie infettive Policlinico San Martino di Genova, si è espresso contrario a questa proposta:

«Così finiamo di confondere la gente. Abbiamo detto che con il super green pass si poteva andare allo stadio e adesso diciamo che non basta più? Sarebbe l’ennesimo errore. […] Ho sempre sostenuto il green pass e credo nella capacità dei vaccini di prevenire la malattia grave: quando saremo tutti vaccinati, non ci interesserà più fare il tampone».

E ancora, ha voluto citare il fresco riconoscimento dell’Economist, che ha premiato l’Italia come “Paese dell’anno 2021“:

«Stiamo andando bene, ce lo ha detto anche l’Economist. E invece ecco il passo indietro. Non abbiamo gli ospedali che esplodono, una fuga in avanti ora fa solo del male».

Covid, tamponi per i vaccinati: l’opinione di Pregliasco

Fabrizio Pregliasco, virologo e direttore sanitario dell’Irccs Galeazzi di Milano, ha seguito una linea più cauta.

Per lui, infatti, può essere una buona soluzione in caso di peggioramenti:

«Rappresenta un elemento di precauzione in più, alla luce della situazione attuale che non ci piace per niente. C’è bisogno di tamponare i vaccinati, per evitare che comunque il contagio circoli. Perché potrebbe essere molto veloce la trasmissione. […] Adesso abbiamo l’esigenza di mitigare la velocità della variante Omicron: ci stiamo preparando ad affrontarla. E quindi ci serve una tutela in più, negli eventi con tante persone. Soprattutto per chi non ha ancora fatto la terza dose ed ha la seconda in scadenza». 

Contents.media
Ultima ora