×

Covid, Liguria, Marche, Veneto e provincia autonoma di Trento in zona gialla da lunedì

Covid, buona parte dell'Italia diventa gialla: Veneto, Liguria, Marche e Provincia Autonoma di Trento cambiano zona di rischio

regioni zona gialla

A partire da lunedì 20 dicembre saranno ben 4 le regioni a cambiare fascia di rischio e passare alla zona gialla: si tratta di Liguria, Marche, Veneto e provincia autonoma di Trento.

Covid, l’Italia cambia colore e passa in zona gialla

La situazione contagi in Italia è parecchio instabili, e i casi di positività continuano a crescere. La variante Omicron è ormai ampiamente diffusa in tutta Europa, e la nostra Penisola non fa eccezione. Attualmente, già Friuli Venezia-Giulia, Calabria e Bolzano sono in zona gialla, e altre 4 regioni sono pronte a raggiungerle.

Si ricorda che il cambio di fascia è dettato da specifici parametri: incidenza settimanale dei nuovi contagi pari o superiore a 50 casi su 100mila abitanti, il tasso di occupazione dei posti letto ospedalieri nei reparti ordinari al 15%, quello nelle terapie intensive al 10%.

Covid, Italia in zona gialla: Liguria e Provincia Autonoma di Trento

A dare l’annuncio del cambio di fascia è lo stesso governatore di Regione, Giovanni Toti:

«Da lunedì la Liguria sarà in zona gialla per le prossime due settimane. Secondo il report del 16 dicembre l’incidenza media settimanale ogni 100mila abitanti si attesta a 313 (314 Savona, 235 Spezia, 647 Imperia, 229 Genova) mentre i posti letto occupati in area medica sono al 17% e quelli in terapia intensiva sono al 12%».

Anche Trento passerà a zona gialla, dove gli ospedali sono i difficoltà: i ricoveri in terapia intensiva sono al 21%, mentre sono a quota 17,6% nei reparti ordinari.

Covid, Italia in zona gialla: Veneto e Marche

Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, aveva già predetto questa situazione. Nonostante ciò, è soddisfatto del suo operato e fiducioso sul futuro della pandemia:

«La Regione è sempre stata famosa per l’alto numero di contagiati, però facciamo tre volte i tamponi di regioni con i nostri stessi abitanti. I vaccini fanno il loro effetto: ho un terzo dei ricoverati rispetto all’anno scorso. La variante Omicron passerà come le altre ma il problema è il virus che sta diventando endemico. Diventerà come un’influenza».

Le Marche saranno l’ultima Regione – per ora – a passare nella fascia di rischio minima: qui si è assistito ad una vera e propria impennata dei contagi. 753 in 24 ore, con una saturazione delle terapie intensive del 14% e una dell’area medica al 15,5%.

Contents.media
Ultima ora