×

Covid, Locatelli (Cts): “Terza dose per chi ha sistema immunitario alterato”

Franco Locatelli (Cts) si è espresso sulla terza dose di vaccino Covid, sul green pass obbligatorio a scuola e sulla mascherina sui mezzi di trasporto.

Covid

Il presidente del Consiglio superiore di sanità (Css) e coordinatore del Comitato tecnico scientifico (Cts), FrancoLocatelli, si è espresso in merito alla somministrazione della terza dose di vaccino sintetizzato contro il coronavirus in Italia, all’introduzione del green pass obbligatorio per il personale scolastico e all’uso della mascherina sui mezzi di trasporto pubblico.

Covid, Locatelli (Cts): “Terza dose per chi ha sistema immunitario alterato”

Nel corso della sua partecipazione a L’aria che tira – Estate, trasmesso su La7 e condotto da Francesco Magnani, il coordinatore del Cts Franco Locatelli ha rilasciato alcune dichiarazioni relative all’inoculazione di una terza dose di vaccino anti-Covid.

A questo proposito, infatti, l’esperto ha dichiarato: “Somministrare una terza dose di vaccino Covid ha un suo forte razionale scientifico per i pazienti che hanno un’alterata funzionalità del sistema immunitario, come chi ha una patologia oncologica o oncoematologica, piuttosto che i riceventi di un trapianto di organo solido, giusto per citare due di queste categorie”.

Covid, Locatelli (Cts): green pass obbligatorio per personale scolastico

Per quanto riguarda l’obbligatorietà del green pass al personale scolastico, invece, Franco Locatelli ha osservato: “Che senso ha obbligare il personale scolastico al green pass quando i ragazzi non sono tenuti ad esibirlo? Loro hanno comunque la possibilità di essere vaccinati dai 12 anni in su e da pediatra ribadisco in maniera ferma e convinta che devono essere vaccinati”.

L’esperto, quindi, ha scelto di rivolgere un appello ai genitori dei ragazzi di età compresa tra i 12 e i 14 anni, invitandoli ad accompagnare i propri figli a sottoporsi alla vaccinazione.

Continuando a commentare la sorte di docenti e allievi, poi, il coordinatore del Cts ha precisato: “Abbiamo un’età mediana del personale scolastico collocata nella fascia dai 55 anni in su, quindi è fondamentale che tutti si vaccinino per proteggere prima di tutto loro stessi – e ha aggiunto –. I trial sul vaccino anti-Covid per gli under 12 sono in fase avanzatissima e i dati sono in valutazione presso le agenzie regolatorie Ema per l’Ue e Fda per gli Usa.

Proprio perché è fondamentale coprire anche la fascia sotto i 12 anni d’età, l’American Academy of Pediatrics addirittura ha lanciato un appello perché la Fda acceleri il processo di revisione. Io cito i 28 bambini e ragazzi che purtroppo nel nostro Paese hanno perso la vita per Covid. Anche sotto i 12 anni purtroppo abbiamo assistito a casi a esito infausto”. 

Covid, Locatelli (Cts): il ruolo della mascherina sui mezzi di trasporto

Infine, il presidente del Css ha esaminato il ruolo cruciale della mascherina indossata sui mezzi destinati al trasporto pubblico, asserendo: “Sui mezzi pubblici la mascherina FFP2 può essere prioritaria ma serve la responsabilità ed evitare di creare affollamenti ma serve soprattutto l’immunizzazione. Serve sempre adottare comportamenti adeguati per prevenire la pandemia. Serve sempre cercare di evitare affollamenti e assembramenti – e ha concluso –. La scelta di estendere il green pass ad altri ambiti della Pubblica Amministrazione spetta ai ministeri competenti. Non è una scelta che limita la libertà ma semmai difende la nostra libertà e la nostra salute”.

Contents.media
Ultima ora