×

Covid: mondo fitness riparte con il franchising dopo mesi di lockdown

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 21 giu. (Labitalia) – Il lockdown ha messo in ginocchio molte attività commerciali ed imprese. Tra i settori più colpiti ci sono alberghi e ristoranti, i luoghi dello spettacolo, palestre e centri sportivi. E per questi ultimi il 2020 è stato un anno veramente duro.

Secondo l'International fitness observatory dell'Ifo, in Italia è andato in fumo un miliardo di euro nei primi cinque mesi dell'anno, mettendo a rischio 200 mila posti di lavoro. Nel bilancio, quindi, non sono stati conteggiati gli effetti della seconda ondata. E secondo altre statistiche (Sole 24 Ore) il calo del fatturato del settore nei due anni consecutivi, 2020 e 2021, ha segnato perdite tra il 50 e 60% rispetto al periodo precedente al Covid.

Ma non tutte le imprese del fitness sono rimaste a guardare e chi ha saputo cavalcare l'innovazione, sia nelle tipologie di allenamento che nelle proposte agli abbonati, non solo non ha registrato una forte perdita di fatturato, ma al contrario ha rilanciato aprendo nuovi centri, investendo e assumendo.È il caso di Fit And Go, azienda di fast fitness con cuore hi-tech, che ha puntato ad attrarre nuovi clienti e nuovi imprenditori che hanno scelto la formula del franchising per aprire punti Fit And Go in diverse città italiane.

Per l'azienda romana, infatti, il lockdown è stata un'occasione di rilancio, tanto che proprio nei mesi più duri, il fondatore Marco Campagnano ed il gruppo di soci, hanno investito 100 mila euro in aumento di capitale.

“Il lungo periodo del lockdown è stato molto duro per il settore fitness, un mondo che però è abituato per sua natura alle sfide. Nel corso dell'anno, infatti, oltre a salvaguardare il posto di lavoro di tutti i nostri collaboratori, senza alcun licenziamento, abbiamo scelto di aprire anche 6 nuovi centri, per dare un messaggio di resilienza e forza a tutti quegli imprenditori che hanno scelto d'investire nel gruppo Fit And Go.

Ai nostri clienti, invece, grazie alla ricetta dell’allenamento one-to-one abbiamo garantito la massima sicurezza, con un'igienizzazione attenta e costante di tutti gli spazi ed i macchinari condivisi” ha dichiarato Marco Campagnano, fondatore e direttore generale di Fit And Go.

Fit And Go in pochi anni ha saputo portare il messaggio inedito proposto dal brand in tutta Italia. Sono 84 i centri presenti sul territorio, da nord a sud e, a testimonianza del momento favorevole, nonostante le difficoltà contingenti, solo nell'ultimo anno l'azienda ha aperto 6 nuovi centri fitness: nel cuore di Roma, a Piazza di Spagna, Monterotondo, L'Aquila, Pescara, Salerno, Cava de Tirreni. Aperture che confermano la forza di questo franchising del fitness al primo posto in Italia, tanto che nella prima settimana di ripartenza nazionale del comparto circa 8 mila clienti sono tornati ad allenarsi e dal 24 al 31 maggio la rete Fit And Go ha segnato un importante trend nella fatturazione, con oltre 330.000 euro.

Il successo attuale di Fit And Go è legato anche al fattore sicurezza. Infatti l'allenamento è strutturato sul format one-to-one, che prevede solamente la presenza di un personal trainer specializzato e del cliente, in un sistema di accesso rigorosamente contingentato. Fit And Go, sin dalla sua nascita ha puntato sulle migliori tecnologie per ottimizzare la nostra risorsa più scarsa, il tempo, coniugando l'allenamento total body con elettro-stimolazione ed esercizio a corpo libero, che assicurano ottimi risultati con appena 20 minuti settimanali d'impegno, equiparabili ad un training di 3 ore in una palestra tradizionale. Uno dei principali punti vincenti di Fit And Go è rappresentato dall'investimento in macchinari di alta tecnologia, come l'Ems (Elettro Mio Stimolazione) che aumenta dell'80% le naturali contrazioni dei muscoli create attraverso esercizi funzionali, raggiungendo anche gli strati più profondi del muscolo.

Le ultime tecnologie adottate da Fit And Go mettono il turbo al fitness, che diventa fast grazie anche ad altri due macchinari di ultima generazione: Criofit, criosauna che a 170 gradi sotto zero permette, in appena 3 minuti, di combattere l’invecchiamento e ritrovare la forma fisica, velocizzare il recupero muscolare grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, nonché regolare il ritmo del sonno. E Vacufit, una sorta di tapis roulant che consente un dimagrimento costante e localizzato, associando l'esercizio aerobico all'effetto vacuum (sottovuoto) o a quello termale (infrarossi). Il risultato sarà un miglioramento della circolazione sanguigna e un’accelerazione metabolica per dire finalmente addio alla ritenzione idrica e agli inestetismi.

Contents.media
Ultima ora