×

Covid, morto ragioniere 60enne di Teramo. Era ricoverato da marzo

Morto un ragioniere di 60 anni di Teramo, da oltre un mese lottava contro il Covid, era ricoverato, a dare comunicazione del suo decesso è stata la figlia

Covid: morto ragioniere di Teramo Maurizio Moscardelli

Non ce l’ha fatta il ragioniere di 60 anni di Teramo, che dagli inizi di marzo aveva iniziato la sua battaglia contro Covid-19, era ricoverato all’Ospedale “Giuseppe Mazzini” di Teramo.

Teramo: la morte del ragioniere

Stando alle indiscrezioni, il 60enne Maurizio Moscardelli aveva contratto il virus nei primi giorni del mese di marzo, a metà mese, intorno al 15 marzo, le sue condizioni si sarebbero aggravate e avrebbero reso necessario un ricovero ospedaliero, che lo avrebbe condotto dapprima alla terapia intensiva e poi alla morte.

Il post scritto su Facebook

Maurizio era molto conosciuto e amato nella sua città, lo si evince dall’affetto dimostrato dai suoi conoscenti tramite i commenti su Facebook all’ultimo post scritto dal ragioniere, risalente al 19 marzo, nel quale ha scritto:

“Scusatemi ma rispondo solo a mia moglie e figli, grazie”.

Un messaggio breve, ma carico di significato, la malattia probabilmente non gli permetteva di avere le forze necessarie per ringraziare a uno a uno, tutte le persone che si preoccupavano per il suo stato di salute, ma Maurizio ha comunque trovato il modo di rispondere e questa è comunque una grande manifestazione d’affetto e un forte segnale di riconoscenza nei confronti di coloro che si sono preoccupati per lui.

La morte, comunicata dalla figlia

È stata la figlia Serena Moscardelli a comunicare su Facebook, che il suo papà non ce l’ha fatta, ecco le sue parole:

“Ciao Papà ovunque tu sia, un pezzo del nostro cuore oggi se n’è andato con te. Grazie per tutto il tuo immenso amore. Ti ameremo per sempre”.

Contents.media
Ultima ora