×

Covid, morto Renzo Belli, il farmacista Medaglia d’oro al valor civile per il sisma del 2012

Renzo Belli, il farmacista che nel 2012 aveva creato il Campo Paradiso per gli sfollati del terremoto in Emilia, è morto dopo aver contratto il covid.

Covid morto Renzo Belli

È morto dopo aver contratto il covid il farmacista Renzo Belli, 76 anni, il cui nome era già venuto alle cronache nel 2012 quando, a seguito del terremoto che colpì il cuore dell’Emilia, accolse nel giardino di casa sua molte persone che un’abitazione non ce l’avevano più.

Era il Campo Paradiso, un luogo di generosità e amore tra persone che affrontavano la medesima situazione emergenziale. Sempre in quei giorni Renzo Belli aveva tenuto aperta la sua attività, in quanto rappresentava l’unico esercizio commerciale agibile della zona. Grazie al Campo Paradiso il signor Belli e sua moglie, Carla, avevano ricevuto la Medaglia d’oro al valor civile,

Covid, morto Renzo Belli

Il farmacista si è spento al Policlinico di Modena dove era stato ricoverato per le complicazioni dovute all’infezione da covid. Stando a quanto riportato da Il Resto del Carlino, il quadro clinico di Renzo Belli sarebbe stato fortemente compromesso e debilitato, motivo per il quale l’infezione da covid sarebbe stata per lui letale. 

Renzo Belli morto per il covid

L’impegno nel sociale di Renzo Belli non si era ferrmato al dopo emergenza terremoto in Emilia, ma anzi era continuato con grande passione e senso di solidarietà.

Con la sua famiglia aveva istituito una borsa di studio intitolata a suo figlio Marco – deceduto in un incidente prima del sisma – con la quale veniva sostenuto il percorso scolastico di alcuni bambini di una Scuola Secondaria di primo grado. E ancora, attraverso la propria farmacia, Renzo Belli aveva avviato l’iniziativa In farmacia per i bambini, con la quale sensibilizzava la raccolta di farmaci da banco, alimenti e prodotti pediatrici per tutti i bimbi in povertà sanitaria. 

Covid, morto il farmacista Renzo Belli

In molti sui social, e non solo, hanno speso parole di elogio per il farmacista scomparso. Tra questi c’è il sindaco di Concordia sulla Secchia, in provincia di Modena, Luca Prandini che ha detto: “Renzo è stato un cittadino molto presente e attivo che ha sempre messo a disposizione il suo tempo e la sua energia a favore della comunità di Concordia, con una particolare attenzione ai più deboli. Il suo sostegno, e quello della sua famiglia, agli sfollati nei momenti più drammatici del sisma del 2012 – ha aggiunto – restano una delle pagine più belle della nostra comunità”.

Contents.media
Ultima ora