×

Covid, Novavax arriverà in Italia da febbraio: i dettagli

A seguito dell'approvazione da parte di Ema e Aifa, il vaccino di Novavax arriverà in Italia da febbraio. Quali sono le caratteristiche.

Novavax in Italia

A partire da febbraio un nuovo vaccino arriverà in Italia. Si tratta di Nuvaxovid prodotto dalla casa farmaceutica Novavax. Stando a quanto si apprende, a “tracciare la strada” sarà la regione Lazio che ha già predisposto ben 15 hub vaccinali, 7 dei quali nella sola Capitale. 

Novavax in Italia, come funziona 

Stando a quanto viene spiegato dalla testata “Il Messaggero”,  a differenza di vaccini quali Pfizer e Moderna, Novavax non opera servendosi della tecnologia a mRNA, ma introduce direttamente nel nostro corpo la proteina Spike inducendo quindi il nostro organismo a rispondere per “via diretta”. Secondo quanto viene reso noto inoltre da alcuni studi condotti nel Regno Unito, Stati Uniti e Messico, il vaccino presenta un’efficacia del 90%. 

Novavax in Italia, Vezzoni: “Potrebbe offrire una protezione più duratura”

Nel frattempo stando a quanto informa Paolo Vezzoni dell’istituto di ricerca genetica e biomedica del Consiglio Nazionale delle ricerche, parlando di Novavax ha evidenziato come questo tipo di vaccino potrebbe dare una maggiore protezione. Sentito da AGI ha affermato: “i vaccini in distribuzione, che si basano sulla tecnologia a mRNA, non sembrano in grado di schermare completamente l’organismo dalla variante Omicron. Forse una piattaforma differente, come quelle a base di proteine, potrebbe offrire una protezione più duratura”.

Novavax in Italia, Vezzoni: “L’efficacia del vaccino dipende dal tipo di risposta immunitaria”

Sempre l’esperto, spiegando nel dettaglio il funzionamento di Novavax, ha poi precisato: “Pfizer e Moderna introducono nelle cellule l’Rna virale, che stimola la produzione di proteina spike virale, mentre i vaccini di tipo tradizionale, come Novavax, introducono direttamente la proteina, che attiva la riposta immunitaria. L’efficacia del vaccino dipende anche dal tipo di risposta immunitaria elicitata dal vaccino stesso”. 

Contents.media
Ultima ora