×

Covid, obbligo vaccinale per tutti in maniera graduale: l’ipotesi del governo

Il piano del governo sarebbe quello di introdurre gradualmente l'obbligo vaccinale per tutti i cittadini: dopo gli over 50 toccherebbe agli over 40.

Mario Draghi

Di fronte all’aumento di contagi e ricoveri legati al Covid, l’ida del Premier Draghi sarebbe quella di estendere l’obbligo vaccinale attualmente previsto solo per gli over 50 (e alcune categorie di lavoratori) tutti i cittadini.

Obbligo vaccinale per tutti: l’ipotesi di Draghi

Il vaccino generalizzato sarebbe infatti il punto di approdo della strategia iniziata con l’imposizione dell’immunizzazione a una parte di popolazione, prima in base alla professione e poi all’età. Secondo quanto riportato da Monica Guerzoni sul Corriere della Sera, le tappe successive prevedrebbero l’obbligo per gli over 40, il superamento del green pass base (quello che si ottiene attraverso l’esito negativo del tampone) per tutti i lavoratori del pubblico e del privato (che sarebbero così obbligati a vacinarsi) e infine la vaccinazione estesa a tutti.

Speranza e Draghi sono infatti convinti di fare tutto ciò che serve per convincere le persone a vaccinarsi, ma dovranno riuscire a superare le opposizioni interne governo. Lega e M5S non vedrebbero infatti di buon occhio l’obbligo vaccinale per tutti.

Obbligo vaccinale per tutti, Draghi: “Provvedimenti del governo sulla base della scienza”

Intanto alle 28 di lunedì 10 gennaio 2021 il capo del governo terrà una conferenza stampa per illustrare ai cittadini le motivazioni che hanno spinto l’esecutivo a varare l’obbligo vaccinale evidenziano che un nuovo lockdown avrebbe depresso l’economia italiana.

Va spiegato che i provvedimenti non sono stati dettati da un compromesso politico ma sulla base dei dati scientifici, per proteggere gli ospedali“, avebbe detto ai suoi collaboratori. Stessa motivazione che avrebbe anche l’ipotesi dell’immunizzazione obbligatoria per tutti.

Contents.media
Ultima ora