×

Covid, Oms: “La quarta ondata non può più essere fermata, il virus è qui per rimanere”

Secondo l'Oms la quarta ondata non può più essere fermata: l'impegno deve ora essere quello di limitare la diffusione del virus.

oms quarta ondata

Il direttore regionale di Oms Europa Hans Henri P. Kluge ha affermato che è ormai troppo tardi per prevenire una quarta ondata di contagi, che a causa della variante Omicron è già nel pieno in tutti i paesi europei. Il Covid, ha continuato, è qui per rimanere e probabilmente diventerà un virus endemico come l’influenza stagionale.

Oms sulla quarta ondata

Intervistato dall’Ansa, l’esperto ha evidenziato che “abbiamo perso l’opportunità di frenare la nuova ondata” e che l’insegnamento da trarre da questa situazione è che “non possiamo affrontare questa pandemia e qualsiasi emergenza sanitaria futura da soli“. Tutti gli sforzi, ha sottolineato, devono ora essere concentrati a ridurre la trasmissione del virus e ad aumentare la diffusione del vaccino, non solo per salvare vite ma per evitare che i sistemi sanitari cedano sotto la pressione della pandemia.

La sua speranza è la medesima espressa a fine anno dal direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus, ovvero quella che il 2022 possa essere l’anno della fine della pandemia come l’abbiamo conosciuta finora.

Oms sulla quarta ondata: “Covid qui per rimanere”

Kluge ha infatti affermato che, se da una parte il virus è qui per rimanere, dall’altra probabilmente diventerà un virus endemico. In questo scenario alle popolazioni vulnerabili verrà offerto un vaccino ogni anno in vista dell’inverno, come accade per una normale influenza.

Le aziende farmaceutiche, ha concluso, sono pronte ad adattare i vaccini attuali alle nuove varianti se necessario: “Un miracolo della scienza moderna che possano rapidamente modificare i vaccini e iniziare a produrre vaccini aggiornati“.

Contents.media
Ultima ora