×

Covid, passeggero di un traghetto si sente male all’arrivo ad Ancona: intubato

L'uomo, un 35enne di nazionalità macedone, non è vaccinato contro il Covid. Ora è ricoverato presso l'ospedale di Torrette di Ancona.

Ancona, caso di Covid in un traghetto

Doveva essere una vacanza rilassante, quella di un uomo 35enne di nazionalità macedone. Quest’ultimo, però, ha contratto una forma piuttosto pesante di Covid-19, che lo ha costretto ad essere ricoverato e addirittura intubato.

Ancona, casi di Covid tra i passeggeri di un traghetto

Leggi anche: Morto l’avvocato Marco Guidotti: addio all’uomo che amava i cani

L’uomo si trovava, assieme alla sua famiglia, a bordo di un traghetto che aveva come porto di partenza quello di Durazzo, in Albania. Il 12 agosto, al momento dello stop della nave ad Ancona, l’uomo ha accusato difficoltà respiratorie.

È stato quindi fatto scendere e ricoverato d’urgenza all’ospedale di Torrette di Ancona. Lì, lo hanno sottoposto a un test per verificare se avesse contratto o no il Covid-19.  Test che è tornato indietro con esito positivo.

Si è scoperto, inoltre, che il nuovo paziente era privo di copertura vaccinale contro il Covid.

Giunto in ospedale, la situazione clinica dell’uomo è deteriorata rapidamente. Ciò ha costretto i dottori a prendere la decisione d’intubarlo. Attualmente, il paziente è in cura presso il reparto di Clinica di Anestesia e Rianimazione.

Leggi anche: “Guida alpina” precipita in un dirupo nel Parco della Gola Rossa ad Ancona e muore

Covid Ancona: infetti anche famigliari del passeggero malato

Quando si è scoperto di cosa soffriva l’uomo, si sono subito fatti degli accertamenti pure agli altri membri della sua famiglia. È risultato che anche quest’ultimi avevano contratto il Covid.

Nel loro caso, comunque, la malattia non ha per ora causato particolari disturbi. Una ipotesi è quindi quella di fare trascorrere loro il periodo di isolamento presso un Covid hotel.

Covid Ancona, qual’è la situazione del traghetto?

A seguito del malore del 35enne sono state messe in campo diverse procedure anti-Covid, sia nei confronti del traghetto che dei passeggeri e dell’equipaggio.

Sono stati coinvolti, in questo frangente, il medico di sanità marittima e della capitaneria. A dare indicazioni sul da farsi, invece, è stato il medico del porto

L’Authority portuale ha annunciato che l’imbarcazione si è messa in viaggio verso l’Albania il 12 agosto. Questo, a seguito dell’esecuzione di tutti i protocolli anti-Covid previsti.

Leggi anche: Veterinario morto ad Ancona: colto da un infarto all’ex Crass prima di tornare a casa

Contents.media
Ultima ora