×

Covid, Pnas: “Un terzo dei casi è asintomatico”

Uno studio condotto da alcune università americane evidenzia che oltre un terzo dei casi di covid risulta essere asintomatico.

covid pnas asintomatici

Oltre un terzo dei contagi di covid non presenta sintomi. A stimarlo è un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica Pnas e condotto da alcune università americane tra le quali sono incluse Yale, l’Università della Florida e Toronto. Secondo quanto emerge dalla ricerca, la percentuale degli asintomatici è del 35,1%, mentre scende tra la popolazione anziana che si aggira al 19,7%.

Sale invece nella tra i giovanissimi con quasi la metà dei soggetti (46,7%) che non ha sviluppato sintomi. 

covid pnas asintomatici, dati diffusi da report ufficiali non corrispondenti alla realtà 

L’indagine condotto dal gruppo di ricerca americano ha evidenziato un’importante criticità. Riguarda la diffusione dei dati relativi agli asintomatici da parte di report ufficiali e stampa che non corrisponderebbero alla verità. In questo caso si parla di percentuali che oscillano dal 4% per arrivare addirittura all’80-90%.

In linea generale dalla meta-analisi di oltre un centinaio di studi è stato rilevato un livello di accuratezza che sarebbe limitato con una stima che si aggira dal 16 al 20%. 

covid pnas asintomatici, Yale: “Maggiore asintomaticità nei bambini”

Al tal proposito, un team di ricerca guidato dalla scuola di salute pubblica dell’Università di Yale, ha evidenziato come tra i bambini la percentuale di asintomaticità sia maggiore: “Abbiamo trovato prove di una maggiore asintomaticità nei bambini rispetto agli anziani e di una minore asintomaticità tra i casi con comorbilità rispetto ai casi senza condizioni mediche di base.

Una maggiore asintomaticità in età più giovane suggerisce che è necessaria una maggiore vigilanza tra questi individui”. 

covid pnas asintomatici, novità in Italia sulla quarantena

Nel frattempo in Italia ci sono novità per ciò che riguarda le norme alle quali dovranno sottoporsi gli asintomatici da ora in poi in caso di quarantena. Secondo quanto reso noto dal Ministero della Salute e in accordo con il Cts, i soggetti asintomatici ad alto rischio che hanno ricevuto entrambi le dosi del vaccino da almeno 14 giorni dovranno sottoporsi ad una quarantena di 7 giorni, rispetto ai 10 giorni precedenti.

Diversamente, nel caso in cui si sia soggetti asintomatici a basso rischio e ci si sia vaccinati da almeno 14 giorni, si dovrà semplicemente rispettare le normali regole anti-covid. 

Contents.media
Ultima ora