×

Covid, Pregliasco sulle sue ospitate televisive: “Mai percepito un soldo”

Il virologo Fabrizio Pregliasco ha dichiarato di non aver mai ricevuto compensi monetari per le sue ospitate televisive nell'era di Covid-19.

Fabrizio Pregliasco sui compensi delle ospitate televisive

L’acquisto di una villa del ‘500, per un costo di poco meno di due milioni di euro, operato dal virologo Andrea Crisanti ha scatenato una vera e propria bufera mediatica riguardo ad un possibile ritorno economico, che i virologi potrebbero aver tratto dalle numerose ospitate televisive effettuate in questi anni di pandemia da Covid-19.

Dopo la smentita di Crisanti sulla questione, è arrivata anche quella di Fabrizio Pregliasco che è sceso in campo in difesa di sé stesso e della sua figura professionale.

Covid, Fabrizio Pregliasco sui compensi per le ospitate televisive: “Mai percepito un soldo”

Fabrizio Pregliasco ha di recente espresso la sua opinione in merito al polverone mediatico che si è sollevato sui presunti guadagni economici ottenuti dai virologi, grazie alle interviste e alle ospitate televisive in tempo di Pandemia da Covid-19.

In particolare Pregliasco, secondo quanto riportato dall’Adnkronos, per quanto lo riguarda ha affermato di non aver mai ricevuto compensi monetari per i suoi interventi televisivi sul virus e di aver avuto soltanto rimborsi per le spese relative alle eventuali trasferte:

“Assolutamente mai percepito un soldo, solo il biglietto del treno piuttosto che l’albergo pagato dalla trasmissione in caso di trasferta”.

Pregliasco e le dichiarazioni sulla sua abitazione

Pregliasco ha inoltre ironizzato sulle recenti polemiche rivolte ai virologi, che a dire di qualcuno potrebbero aver tratto profitto dalle ospitate televisive fatte per discutere della pandemia e a tal proposito ecco cosa ha dichiarato sulla sua abitazione:

“Io vivo tranquillo in un appartamento di 70 metri quadrati con un bagno. È quello di prima e sarà anche quello di dopo”.

Il virologo Pregliasco sui compensi per la divulgazione

Interrogato dal suo intervistatore in merito alla correttezza del percepire e dunque dell’accettare eventuali compensi economici per fare divulgazione, Fabrizio Pregliasco ha così risposto:

“Io non l’ho mai considerato necessario”.

E a queste parole ha aggiunto in conclusione:

“Quello che ho fatto io è stato intervenire sulla cronaca. Se c’è una costruzione più articolata di un lavoro alla Piero Angela, in quel caso essere pagati ci sta”.

Contents.media
Ultima ora