×

Covid, Rezza: “Bisogna correre a vaccinarsi, siate veloci quanto la staffetta italiana alle Olimpiadi”

"Vaccinatevi. Siate veloci quanto la staffetta italiana alle olimpiadi". Così il direttore del dipartimento della Prevenzione Gianni Rezza.

Covid Rezza vaccino

“Siate veloci tanto quanto la staffetta italiana alle olimpidi”, così il direttore del dipartimento della Prevenzione Gianni Rezza che, nel corso del videomessaggio diffuso a seguito della conferenza stampa sul monitoraggio dei dati, ha messo al centro ancora una volta l’importanza di vaccinarsi e di come debba essere fatto quanto prima.

“Bisogna continuare a mantenere dei comportamenti prudenti”, ha dichiarato a tal proposito. 

Covid Rezza vaccino, “Siate veloci come la staffetta italiana”

“Bisogna continuare a mantenere dei comportamenti prudenti e soprattutto correre a vaccinarsi. Bisogna essere tanto veloci quanto la staffetta italiana alle Olimpiadi, perché è il modo migliore per ottenere il Green pass e quindi svolgere tutte le attività in sicurezza”. Sono le direttore del dipartimento della Prevenzione Gianni Rezza. Sono stati molti i punti di riflessione portati all’attenzione nel video messaggio.

Non solo l’importanza di vaccinarsi quanto prima, ma anche la gestione di eventuali emergenze ospedaliere e la possibile somministrazione della terza dose. 

Covid Rezza vaccino, “Siamo al di sotto della soglia critica”

Rezza ha proseguito facendo un bilancio della situazione pandemica che l’Italia sta vivendo in questi ultimi giorni. “Fortunatamente stiamo molto al di sotto della soglia critica per quanto riguarda i tassi d’occupazione di area medica e terapia intensiva, anche se in qualche regione abbiamo visto una tendenza a un certo aumento, però per ora contenuto”.

Ha tuttavia spiegato che non è escluso che si verifichino delle criticità sia nei posti letti che in terapia intensiva. “Possiamo anche aspettarci ancora un certo aumento sia in area medica che in terapia intensiva, come conseguenza a medio termine dell’aumento dell’incidenza che c’è stato nelle scorse settimane, però siamo ben al di sotto della soglia critica, per lo meno per ora”. 

Covid Rezza vaccino, sulla terza dose: “In questo momento non c’è alcuna certezza”

Sulla possibilità di fare infine la terza dose di vaccino Rezza ha reso noto che sono diversi gli aspetti da definire per ciò che rigurda la possibilità di somministrare  una terza dose di vaccino: “Probabilmente ci sono alcuni strati di popolazione che andranno rivaccinati entro l’anno. Va valutata la rivaccinazione per altre categorie di persone. Probabilmente, se si decidesse di farlo, per le persone più fragili, che sono a maggior rischio di conseguenze gravi”. 

  • LEGGI ANCHE: Variante Alfa, il vaccino aiuta a prevenirla ma dubbi sulla Delta: lo studio olandese
Contents.media
Ultima ora