×

Covid, Sileri: “Terza dose vaccino andrà fatta. Dovremmo iniziare a ottobre”

Secondo il sottosegretario alla salute Sileri si potrà procedere con la somministrazione della terza dose del vaccino anti-covid già per i più fragili.

Covid Sileri terza dose

Sì alla terza dose del vaccino anti-covid a cominciare dai soggetti più a rischio. Lo ha dichiarato il sottosegretario alla salute Pierpaolo Sileri che – ad Adnkronos Salute ha messo in evidenza come tra i destinatari della terza dose del vaccino dovrebbero essere inclusi oltre che i più anziani, anche i pazienti oncologici e coloro che hanno subito un trapianto.

A tal proposito ha aggiunto che si potrebbe iniziare già dal mese di ottobre. Mancherebbe tuttavia a questo punto il via libera da parte dalle agenzie competenti: “le evidenze scientifiche indicano che un terzo richiamo andrà fatto in alcune categorie”, ha concluso.

Covid Sileri terza dose, “Noi siamo pronti”

Intervistato anche dai microfoni di Radio 24 nell’ambito della trasmissione “Ma cos’è questa estate” in onda su Radio 24 Sileri ha aggiunto che questi mesi sono stati cruciali per delineare un piano che includesse la somministrazione della terza dose: “Noi siamo pronti, ne stiamo già discutendo già da aprile-maggio.

Sono mesi che la discussione è aperta con l’acquisizione di dati scientifici e più si avvicina ottobre, più i dati diventano più forti, più probabile è che gli enti regolatori ci daranno l’ok. Io stesso ho scritto ad Aifa diverse volte, anche nei giorni scorsi, ribadendo questa necessità”.

Covid Sileri terza dose, “Va rivisto obbligo green pass nelle mense aziendali”

Il sottogretario alla salute Sileri, in accordo con quanto dichiarato da Landini, ha sottolineato come le direttive sull’obbligo del Green Pass nelle mense aziendali vadano riviste: “Va rivista, perché la mensa è luogo di lavoro.

È pur vero che dove c’è una mensa c’è maggior rischio di aggregazione, ma è vero anche che le norme e i protocolli hanno messo le mense in sicurezza. Se tu lavori fianco a fianco con altre persone e poi vai a pranzo nella mensa, il rischio dovrebbe essere lo stesso che avevi quando eri in ufficio”.

Covid Sileri terza dose, “Un certo numero di tamponi va garantito”

Non ultimo Sileri ha messo l’accento sul fatto che un certo numero di tamponi dovrà essere garantito: “Il tampone va dato a coloro che sono ancora in attesa della vaccinazione avendola prenotata e a coloro che giustamente hanno dei dubbi, ma che dobbiamo convincere a vaccinarsi […] Abbiamo purtroppo uno zoccolo duro di persone che non vogliono vaccinarsi a causa di idee strampalate mutuate dai no vax.

Ma attenzione: chi non vuole vaccinarsi non necessariamente è no vax, però purtroppo le loro teorie circolano sui social”.

ì

Contents.media
Ultima ora