×

Covid, Sileri: “Verosimile che stato di emergenza e Green Pass vengano prorogati”

Il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla proroga dello stato di emergenza e dell’obbligo del Green Pass.

covid

Il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, ha espresso alcune considerazioni in relazione all’andamento della pandemia da coronavirus in Italia, all’uso del Green Pass e alla possibilità di prorogare la durata dello stato di emergenza.

Covid, Sileri: la partecipazione a Porta a Porta

In occasione della sua partecipazione a Porta a Porta, programma condotto da Bruno Vespa e trasmesso su Rai 1, il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, ha espresso alcune considerazioni in materia di pandemia. In particolare, il politico si è soffermato sull’andamento dell’emergenza sanitaria in Italia, sull’uso e sull’efficacia del Green Pass e sulla possibilità – sempre meno remota – che la durata dello stato di emergenza venga prorogata, estendendosi fino al 2022.

Covid, Sileri: “Verosimile che stato di emergenza e Green Pass vengano prorogati”

Intervistato in merito alla scadenza dello stato di emergenza, prevista per il prossimo 31 dicembre 2021, il sottosegretario Sileri ha dichiarato: “È verosimile che lo stato di emergenza, che scade il 31 dicembre, ma anche il Green Pass, verranno prorogati – e ha aggiunto –. Ma dipenderà dai numeri”.

In questo modo, il politico del Movimento 5 Stelle ha di fatto contribuito a rafforzare le indiscrezioni che si stanno recentemente susseguendo sulla posticipazione dello stato di emergenza.

Covid, Sileri: “Necessario mettere in sicurezza il Paese e fare le terze dosi”

Inoltre, Pierpaolo Sileri ha rilasciato alcune osservazioni anche sulla futura abolizione del Green Pass che, da settimane, sta spingendo un nutrito numero di italiani a scendere nelle piazze per protestare contro l’obbligo del certificato verde.

A questo proposito, il sottosegretario alla Salute ha spiegato: “Prima di eliminare il Green Pass, bisogna mettere il Paese in sicurezza e dobbiamo ancora fare le terze dosi.

Vediamo quello che succede nel prossimo mese con l’andamento dell’epidemia”.

Contents.media
Ultima ora