×

Covid, Speranza firma nuova ordinanza: “Basterà il Green Pass per gli arrivi da UE”

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un’ordinanza con la quale ha prorogato le misure che regolano gli arrivi in Italia dall’estero.

italia

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato una nuova ordinanza che stabilisce la proroga delle misure relative agli arrivi dall’estero in Italia. In questo contesto, è stato confermato che per i viaggiatori provenienti da Paesi dell’UE che entrano in Italia sarà sufficiente essere in possesso del Green Pass.

Covid, Speranza firma nuova ordinanza: “Green Pass sufficiente per gli arrivi da UE”

Nella serata di mercoledì 26 gennaio, il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato una nuova ordinanza con la quale ha prorogato le misure che regolano gli arrivi in Italia dall’estero. A questo proposito, è stato specificato che per tutti i viaggiatori provenienti dai Paesi dell’Unione Europea che raggiungono l’Italia sarà sufficiente essere in possesso del Green Pass ed esibire la certificazione verde al momento dell’arrivo nel Paese.

L’ordinanza firmata dal ministro Speranza, inoltre, proroga ed estende anche le misure che riguardano i corridoituristici: questi, infatti, comprenderanno a breve anche ulteriori destinazioni precedentemente non incluse.

Covid, Speranza firma nuova ordinanza: sei nuove destinazioni tra i corridoi turistici

Nel dettaglio, in relazione ai corridoi turistici, sono state incluse ulteriori destinazioni ossia Cuba, Singapore, Turchia, Thailandia (limitatamente all’isola di Phuket), Oman e Polinesia francese. Simili destinazioni si aggiungono ai corridoi turistici già precedentemente previsti dall’Italia che includevano Aruba, Maldive, Mauritius, Seychelles, Repubblica Dominicana, Egitto (limitatamente alle zone turistiche di Sharm El Sheikh e Marsa Alam).

Covid, Speranza firma nuova ordinanza: le norme che regolano i corridoi turistici

Per quanto riguarda i corridoi turistici, le norme che verranno applicate anche alle sei nuove destinazioni risultano essere estremamente chiare e precise. Nel momento in cui un viaggiatore in possesso di certificato vaccinale o di guarigione proveniente dal territorio nazionale decide di recarsi all’estero e raggiungere un corridoio turistico Covid-free, dovrà rispettare i seguenti step:

  • Effettuare un tampone molecolare o antigenico nelle 48 ore che precedono la partenza e ottenere esito negativo;
  • Se la permanenza all’estero è superiore ai 7 giorni, il viaggiatore dovrà effettuare un ulteriore tampone molecolare o antigenico in loco;
  • Prima di tornare in Italia, il viaggiatore dovrà sottoporsi a un tampone molecolare o antigenico nelle 48 ore che precedono l’imbarco, ottenendo esito negativo;
  • Giunto in aeroporto in Italia, il viaggiatore dovrà effettuare un ulteriore tampone molecolare o antigenico, confermandone l’esito negativo.
Contents.media
Ultima ora