×

Covid, Speranza: “Ho appena firmato l’ordinanza che consentirà le visite in piena sicurezza nelle Rsa”

Il Ministro Roberto Speranza, ha firmato una nuova ordinanza sulle visite nelle Rsa, anche se ribadisce: "È necessario rispettare le regole e i protocolli"

Speranza firma l'ordinanza: visite consentite nelle Rsa

Un annuncio attesissimo in Italia, quello che è finalmente arrivato nella giornata di sabato 8 maggio 2021, dal ministro della Salute, Roberto Speranza, il quale ha annunciato di aver firmato una nuova ordinanza con la quale si consente l’accesso ai visitatori nelle Rsa, in totale sicurezza.

Un accesso che sarà però sottoposto al rispetto di alcune regole e di alcuni protocolli.

L’annuncio di Speranza: una nuova ordinanza consente le visite in Rsa

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha annunciato tramite un post pubblicato sulla propria pagina Facebook, un’importante novità, in merito ad una nuova ordinanza da lui firmata nella giornata dell’8 maggio 2021. Ecco il contenuto del post:

“Ho appena firmato l’ordinanza che consentirà le visite in piena sicurezza in tutte le Rsa. Ringrazio le Regioni e il Comitato Tecnico Scientifico che hanno lavorato in sintonia con il Ministero della Salute per conseguire questo importante successo.

È ancora necessario mantenere la massima attenzione e rispettare le regole e i protocolli previsti, ma condividiamo la gioia di chi potrà finalmente rivedere i propri cari dopo la distanza indispensabile per proteggerli”.

Le visite nelle Rsa sono state sospese, in Italia, da ormai più di un anno, a causa dell’emergenza Covid-19. Una misura che si è resa necessaria per evitare l’insorgere di focolai Covid, all’interno delle Residenze Sanitarie Assistenziali, che potrebbero mettere a rischio la vita degli anziani.

Speranza, visite nelle Rsa: requisiti d’accesso per i visitatori

La nuova ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, stabilisce precise regole d’accesso che i visitatori che vorranno entrare nelle Rsa saranno tenuti a rispettare.

In particolare, nel documento del Ministero della Salute è specificato che requisito fondamentale per l’accesso sarà il possesso del “Green Pass” o “Certificato Verde“.

Bisognerà dunque, per accedere come visitatore in una Rsa, possedere la certificazione che attesta l’avvenuto completamento del ciclo di vaccinazione, l’avvenuta guarigione da Covid-19 o l’esito negativo di un tampone molecolare effettuato poco prima della visita nella struttura.

Regole per i visitatori

I visitatori dovranno mostrare la certificazione al loro ingresso e qui verranno sottoposti al termoscanner e dovranno compilare un modulo nella quale attestano lo stato di buona salute. Permane l’obbligo di indossare la mascherina (almeno Ffp2) e di usare il gel igienizzante.

Regole per la Rsa

La Rsa dovrà occuparsi di programmare gli accessi nella struttura, al fine di evitare assembramenti e inoltre dovrà conservare per almeno 14 giorni il registro degli ingressi nella struttura, in modo da consentire un facile tracciamento dei contatti in caso di contagi da Covid-19.

Speranza, visite nelle Rsa: validità temporale dell’ordinanza

La nuova ordinanza, riguardante l’accesso e la regolamentazione delle visite nelle Rsa è attiva con effetto immediato e resterà valida fino al 30 luglio.

Si tratta di una misura che renderà felici i parenti delle persone che vivono nelle Rsa, costretti a stare distanti dai loro cari, per il loro bene, ormai da più di un anno, a causa della pandemia da Covid-19.

Contents.media
Ultima ora