×

Covid, vaccino Pfizer per bambini 5-11 anni disponibile dal 13 dicembre in UE

Il vaccino Pfizer contro il Covid per i bambini dai 5 agli 11 anni sarà disponibile a partire dal 13 dicembre. L'annuncio di Ursula von der Leyen.

Vaccino

Il vaccino Pfizer contro il Covid per i bambini dai 5 agli 11 anni sarà disponibile a partire dal 13 dicembre. L’annuncio di Ursula von der Leyen.

Covid, vaccino Pfizer per bambini 5-11 anni disponibile dal 13 dicembre in UE

Il vaccino Pfizer per i bambini dai 5 agli 11 anni sarà disponibile a partire dal 13 dicembre. Ad annunciarlo, la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, durante la conferenza stampa di presentazione della nuova comunicazione per un approccio comune dell’Unione europea contro la pandemia. Una comunicazione che ha lo scopo di preparare l’Ue ai potenziali rischi dovuti alla diffusione della nuova variante Omicron. Il focus della conferenza è la campagna vaccinale, sia con le terze dosi che per le prime dosi.

La presidente della Comissione ha aperto alla possibilità per i Paesi di introdurre l’obbligo.

Covid, vaccino Pfizer per bambini 5-11 anni disponibile dal 13 dicembre: “Tutti i cittadini potranno avere dose di richiamo”

L’Ema ha dato il via libera alla somministrazione del vaccino Pfizer per la fascia d’età 5-11. La Commissione europea ha annunciato che le dosi per i bambini “saranno pronte dal 13 dicembre“.

Avremo 360 milioni di dosi di vaccini mRna che ci verranno consegnate entro la fine del primo trimestre. Questo vuol dire che ci tutti i cittadini europei potranno avere una dose di richiamo” ha aggiunto Ursula von der Leyen. Bruxelle ritiene che dal 10 gennaio 2022 gli Stati non debbano più accettare certificati con più di nove mesi dal ciclo iniziale. “La commissione europea sta valutando se prevedere tale validità in modo vincolante” è stato scritto.

Covid, vaccino Pfizer per bambini 5-11 anni disponibile dal 13 dicembre: ipotesi obbligo vaccinale

In Ue il 77% di adulti è vaccinato, questo signigica che un terzo non lo è. Sono 130 milioni di persone, e sono molti. Siamo nel mezzo della quarta ondata, a livello globale ci sono 250 milioni di casi e oltre 5 milioni di morti. In Europa stiamo assistendo a una forte recrudescenza della variante Delta” ha dichiarato von der Leyen. “Penso che sia comprensibile e appropriato parlare dell’incoraggiamento, dell’obbligo, a vaccinarsi con un approccio comune” ha aggiunto, aprendo di fatto le porte all’obbligo vaccinale, come ha rimarcato più volte. Alcuni esperti italiani hanno dichiarato che l’obbligo potrebbe essere esteso in futuro anche ai bambini.

Contents.media
Ultima ora