> > Covid, variante Orthrus: cosa sapere

Covid, variante Orthrus: cosa sapere

covid orthrus

Si affaccia rapidamente anche nel nostro Paese la variante Covid "Orthrus". In Gran Bretagna è già la seconda tipologia più diffusa dopo Cerberus.

Si sta diffondendo la nuova sotto-variante Covid-19 “Orthrus”: è già arrivata in 13 Paesi europei, inclusa l’Italia, e continua a fare contagi.

La variante Orthrus continua a diffondersi

Orthrus è arrivata anche in Italia. Ora il bilancio conta ben 13 Paesi europei nei quali è diffusa la sottovariante Covid, che sembra andare molto più veloce della variante Kraken.

Il Paese europeo dove Orthrus è più diffusa è la Gran Bretagna, dove rappresenta circa il 25% dei casi, a cui seguono Nuova Zelanda (15%), Stati Uniti (11%), Australia (10%) e Danimarca (9%). Nel regno Unito, infatti, dopo è già diventata la seconda dominante dopo Cerberus.

Come si trasmette e i sintomi

Al momento non ci sono dati sufficienti per capire quanto questa nuova variante si trasmetta facilmente, né se sia in grado di sfuggire ai vaccini o se provochi sintomi specifici. Le sue caratteristiche «sono oggetto di investigazione», come si legge nel documento di Iss e ministero della Salute.

Al momento si sa che i sintomi che genera sono simili alle altre sottovarianti, soprattutto Omicron.

Questo significa che vengono attaccate le vie respiratorie, in particolare naso e gola, con effetti quali febbre, tosse e altri simili a uno stato influenzale.

La situazione in Italia

In Italia il Covid sembra ancora essere legato a Omicron, con alcuni flash di Kraken e Orthrus appunto. Proprio l’Iss e il Ministero della Salute hanno dichiarato:

«Nell’attuale scenario è necessario continuare a monitorare con grande attenzione, in coerenza con le raccomandazioni nazionali ed internazionali e con le indicazioni ministeriali, la diffusione delle varianti virali, e in particolare di quelle a maggiore trasmissibilità e/o con mutazioni correlate a potenziale evasione della risposta immunitaria».