×

Covid, via libera dell’Ema alla pillola Pfizer Paxlovid: cos’è e come funziona

Gli Stati europei potranno utilizzare la pillola Paxlovid della Pfizer per curare il Covid: l'Ema ha dato parere favorevole alla sua somministrazione.

Pillola Paxlovid Pfizer Ema

L’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) ha dato il via libera all’utilizzo della pillola Paxlovid della Pfizer contro il Covid. Si tratta di un medicinale che può essere utilizzato per il trattamento di adulti affetti dal virus che non richiedono ossigeno supplementare e che sono a maggior rischio di progressione verso la malattia grave.

Ema, via libera alla pillola Paxlovid della Pfizer

Il parere del Comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) dell’Ema è stato emesso per supportare le autorità nazionali che potrebbero decidere su un possibile uso precoce del medicinale prima dell’autorizzazione UE. Si tratta di un farmaco consigliato per gli adulti che risultano positivi al Covid, non hanno bisogno della terapia intensiva e rischiano di progredire verso una forma critica della malattia.

La pillola va assunta il prima possibile dopo la diagnosi di positività ed entro cinque giorni dall’inizio dei sintomi. I due principi attivi del medicinale, PF-07321332 e Ritonavir, sono disponibili in compresse separate e devono essere assunti insieme due volte al giorno per cinque giorni.

Ema, via libera alla pillola Paxlovid della Pfizer e ad altri due farmaci

L’Agenzia europea del farmaco ha inoltre raccomandato l’autorizzazione di due trattamenti contro l’infezione, vale a dire l’anticorpo monoclonale Sotrovimab (Xevudy-) e l’antinfiammatorio Anakinra (Kineret-), medicinale immunosoppressivo già autorizzato per varie condizioni infiammatorie.

Il primo è indicato per gli adulti e gli adolescenti over 12 che pesano almeno 40 kg che non richiedono ossigeno supplementare e rischiano la malattia grave. Il secondo è invece consigliato a pazienti adulti con polmonite che necessitano di ossigeno supplementare e che sono a rischio di sviluppare grave insufficienza respiratoria.

Contents.media
Ultima ora