Crisi: il caso Spagna - Notizie.it
Crisi: il caso Spagna
Economia

Crisi: il caso Spagna


Zapatero tuona oggi contro gli speculatori: “chi scommette contro la Spagna pagherà”. Le difficoltà della Spagna sono legate a doppio nodo all’eventuale crisi Portoghese. Ma il vero problema iberico sono le attività scoperte delle banche, una cifra incalcolabile ma enorme (centinaia di miliardi) di beni sopratutto immobili il cui reale valore è stato gonfiato negli ultimi anni, e che ora è esploso. E i mercati ne approfittano.

Come per l’Irlanda, le principali preoccupazioni di Madrid vengono dal settore privato, dalle banche. Prima della crisi la Spagna faceva la parte del leone, con una crescita spropositata per i canoni europei che pero’ si basava sull’espansione di un mercato immobiliare inarrestabile. Un mercato che oggi più che in crisi appare letteralmente al collasso. Intere città, costruite in pochi anni e inserite nei portafogli e nei bilanci di banche e finanziarie, che oggi sono disabitate, invendute e invendibili. Le stime parlano di 800 miliardi di euro di attività scoperte; che siano meno o più la cifra rimane colossale.

Credito facile, troppo e per troppo tempo. Credito che è stato erogato senza le dovute garanzie, che se pure esistevano si basavano su parametri drogati.

Così oggi il primo ministro spagnolo, Jose Luis Rodriguez Zapatero, in una intervista all’emittente radiofonica Rac1, lancia rassicurazioni a UE e mercati e moniti contro chi sta danneggiando la Spagna. Insiste inoltre che dopo l’ultima finanziaria “lacrime e sangue” non saranno necessari altri tagli di nessun genere.

Come detto il problema non è certo la spesa pubblica, ma i quelli privati e i legami con Lisbona. Questi ultimi (decine di miliardi) causano una speculazione sui titoli spagnoli dovuta all’insicurezza che gravita intorno ai bilanci Portoghesi. Portogallo che insiste sulla via dei tagli e che garantisce di non aver bisogno di nessun generte di aiuto. Bisognerà vedere come il governo spagnolo riuscirà ad arrestre le speculazioni che rischiano di trascinare il paese nel baratro.

Daniele De Chiara

© Riproduzione riservata

1 Commento su Crisi: il caso Spagna

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche