×

Cristiano Ronaldo risponde a Bonucci e Chiellini: “Io privilegio il collettivo”

Cristiano Ronaldo risponde a Bonucci e Chiellini: “Io privilegio il collettivo ed ho vinto tutto, perciò non ho paura di chi parla male di me”

Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo risponde a Bonucci e Chiellini e il sunto della replica del fuoriclasse del Manchester agli ex compagni di squadra della Juventus è: “Io privilegio il collettivo”. Insomma, se da un lato di Ronaldo si parla per la sua rete decisiva contro l’Atalanta e fondamentale per la panchina di Ole Gunnar Solskjaer, dall’altro di Ronaldo si parla per le frecciate che Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini hanno riservato a CR7 in merito al periodo bianconero

Ronaldo risponde a Bonucci e Chiellini che non erano stati teneri con lui

I due ex compagni di squadra sono passati da difensori di Cristiano ad ammiccanti censori del suo comportamento nello spogliatoio della Juventus. Leonardo Bonucci aveva detto: “Ora giochiamo da squadra; prima servivamo Cristiano”, mentre Giorgio Chiellini era stato addirittura più netto: “Se Cristiano fosse andato via prima sarebbe stato meglio”. Insomma, i due azzurri non ci erano andati leggeri. 

A Sky Sports Cristiano Ronaldo risponde a Bonucci e Chiellini: “Io metto il collettivo al primo posto”

E CR7 ha replicato ma in maniera nette a Geoff Shreeves di Sky Sports: “Non parlo solo delle mie cose individuali, metto al primo posto il collettivo. Vincere come squadra è più facile vincere le cose individuali, e penso ancora che sia possibile. Tutti dovrebbero conoscere il proprio ruolo”. E ancora: “Non ho paura di quello che dicono le persone. Non è un mio problema se c’è qualcuno che non vuole vedere quello che faccio per le squadre.

Ho vinto tutto, non ho paura di chi parla male di me. Dormo bene tutte le notti, vado a letto con la coscienza a posto”. 

“Chiudere bocche vincendo trofei”: ecco come Ronaldo risponde a Bonucci e Chiellini 

Poi la chiosa: “Vado avanti così perché continuerò a chiudere le bocche e vincere trofei. Le critiche sono parte del nostro lavoro, non mi spaventano anzi, le vedo come una cosa positiva.

Se ci sono persone preoccupate per il mio rendimento è perché sanno quale è il mio valore”.

Contents.media
Ultima ora