Cronaca di Palermo, uomo trovato morto in casa - Notizie.it
Cronaca di Palermo, uomo trovato morto in casa
Palermo

Cronaca di Palermo, uomo trovato morto in casa

Cronaca di Palermo

Caso di cronaca a Palermo, dove i carabinieri hanno ritrovato il cadavere di un uomo di settantasei anni all'interno della sua abitazione.

Nuovo caso di cronaca di Palermo, dove i carabinieri hanno ritrovato il cadavere di un uomo di settantasei anni all’interno della sua abitazione nella zona occidentale della città. Secondo quanto è emerso dagli accertamenti effettuati dai carabinieri della sezione Investigazioni Scientifiche, risulta che l’uomo sia stato vittima di una aggressione. In questo momento, comunque, gli investigatori sono ancora al lavoro per cercare di stabilire con certezza la dinamica di quanto è avvenuto.

Episodio di cronaca di Palermo

Il cadavere di un uomo di settantasei anni è stato ritrovato da parte dei carabinieri all’interno della sua abitazione a Palermo. La scoperta è avvenuta nel corso del pomeriggio di ieri in un appartamento situato in via Demetrio Camarda, alla Zisa. Il corpo senza vita dell’uomo in particolare era riverso a terra in una pozza di sangue. Secondo quanto è stato raccolto fino a questo momento dagli accertamenti effettuati dai carabinieri, il settantaseienne sarebbe stato vittima di una violenta aggressione.

Sul posto in cui è avvenuto il presunto omicidio sono immediatamente intervenuti i carabinieri della sezione Investigazioni scientifiche del Comando provinciale.

In questo momento, sull’episodio stanno indagando i carabinieri della Compagnia San Lorenzo, che avranno dunque il compito di stabilire con certezza quale sia stata la dinamica dei fatti e quale sia stato il motivo che ha portato all’omicidio.

Secondo quanto è emerso finora, è stata una donna a chiedere l’aiuto dei carabinieri, in quanto non riusciva a mettersi in contatto con l’uomo. Dopo essere arrivati sul posto, i militari hanno chiamato i vigili del fuoco, che sono stati in grado di aprire l’abitazione del pensionato, poi ritrovato disteso a terra senza vita in un pozzo di sangue. Il medico legale ha analizzato il corpo del settantaseienne, trovando degli evidenti segni di aggressione.

Ipotesi aggressione

In questo momento, dunque, l’ipotesi più plausibile sembra essere quella dell’aggressione. I carabinieri, infatti, stanno indagando seguendo proprio questa pista. Sulla porta non sono presenti segni di effrazione. Nel corso della notte sono stati messi sotto interrogatorio sia i condomini che i parenti della vittima.

Come già accennato in precedenza, sulla porta non c’erano segni di effrazione, anche se comunque la casa era in pieno disordine.

Dunque è possibile che l’uomo, abbia aperto la porta all’aggressore. Ma anche su questo aspetto sono ancora tuttora in corso le indagini da parte dei carabinieri. In particolare, gli investigatori stanno provando a scavare nel passato del pensionato, che viene descritto da chi lo conosceva come un uomo tranquillo, con qualche piccolo problema di salute, ma che non era solito uscire molto spesso. Il settantaseienne da qualche tempo però viveva con una donna, che era da poco rientrata dall’estero. Ed è stata proprio lei che ha lanciato l’allarme ai carabinieri, non riuscendo a mettersi in contatto con il settantaseienne. Da qui la tragica scoperta. L’abitazione era chiusa dall’interno e proprio per questo motivo è stato necessario l’intervento da parte dei vigli del fuoco, che sono arrivati sul posto dopo essere stati avvertiti dai carabinieri.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*