Cronaca Salerno, donna trovata morta: indagano i carabinieri
Cronaca Salerno, donna trovata morta: indagano i carabinieri
Cronaca

Cronaca Salerno, donna trovata morta: indagano i carabinieri

Nichelino Torino

Il cadavere di una donna di origini cinesi è stato ritrovato nella sua abitazione ad Agropoli, in provincia di Salerno.

Nuovo caso di cronaca Salerno, dove una donna di origini cinesi di cinquanta anni è stata ritrovata morta nella sua abitazione ad Agropoli in uno stabile situato tra via Risorgimento e via Caravaggio, in una zona centrale della città. Il ritrovamento è avvenuto da parte dei carabinieri della locale compagnia, che una volta entrati in casa hanno assistito ad una scena raccapricciante. La donna, infatti, era nuda sul letto, con mani e piedi legati con lo scotch, che copriva anche la bocca.

Caso di cronaca Salerno

Una donna di cinquanta anni, di origini cinesi, è stata ritrovata morta nella sua abitazione ad Agropoli, in provincia di Salerno. Il ritrovamento del cadavere è avvenuto all’interno di uno stabile situato tra via Risorgimento e via Caravaggio, in una zona centrale della città. A scoprire il corpo sono stati i carabinieri della locale compagnia, che quando sono entrati nell’abitazione hanno assistito ad una scena a dir poco raccapricciante.

La donna, infatti, si trovava completamente nuda sul letto, con mani e piedi legati con dello scotch, che copriva anche la bocca.

Fino a questo momento, gli inquirenti non escludono alcuna pista. In ogni caso, secondo le prime indiscrezione raccolte, il decesso della donna sarebbe avvenuto circa tre o quattro giorni prima del ritrovamento del cadavere. Ad avvertire le forze dell’ordine sembra che sia stato proprio il proprietario dell’abitazione della cinquantenne, che non riusciva a mettersi in contatto con la donna da diverso tempo.

Le indagini

Subito dopo il ritrovamento del corpo della donna, avvenuto nella serata di ieri da parte carabinieri della compagnia di Agropoli, diretti dal capitano Francesco Manna, sono partite le indagini. L’inchiesta è curata dai carabinieri del nucleo operativo guidati dal maresciallo Carmine Perillo, che in questo momento stanno indagando su quello che a tutti gli effetti sembra avere tutte le caratteristiche di un omicidio.

Nel frattempo, la salma della donna è stata trasportata nell’obitorio dell’ospedale San Luca di Vallo della Lucania.

Il sindaco di Agropoli, Adamo Coppola, nel corso di una intervista rilasciata all'”Occhio di Salerno, ha voluto commentare quello che è accaduto, dichiarando di essere rimasto attonito dopo aver sentito la notizia. Successivamente ha aggiunto: “Ho sentito e letto poi in merito ad una presunta comunità cinese presente ad Agropoli. Ma il termine in questione descrive un insieme di individui che stiano stabilmente e da diverso tempo su un determinato territorio. E per quanto concerne i cinesi, solo da poco tempo sono presenti in Città, da quando hanno aperto alcuni esercizi commerciali”. Secondo il sindaco, dunque, si tratta più di un episodio isolato rispetto ad un vero e proprio problema per la comunità cinese presente ad Agropoli.

Proseguono comunque le attività investigative da parte degli inquirenti, che avranno dunque il compito di risolvere questo mistero e capire con esattezza quella che è stata la dinamica della vicenda e anche le cause che hanno portato alla morte della donna.

Per il momento, come già detto, la pista più accreditata è quella dell’omicidio.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche