> > Indonesia, erutta il Soputan: colonna di fumo in cielo

Indonesia, erutta il Soputan: colonna di fumo in cielo

62062 439068309472776 175575195 n

Dopo lo tsunami e il terremoto, le catastrofi continuano in Indonesia: erutta il Soputan.

Le calamità naturali non danno pace all’Indonesia.

L’isola centrale di Sulawesi, recentemente colpita da un forte terremoto e dallo tsunami, ora è in allarme per l’eruzione del Soputan. Il vulcano attivo si trova nell’estremità settentrionale dell’isola.

Una colonna di fumo e cenere minaccia la popolazione

Un vulcanologo governativo sospetta che l’eruzione sia stata innescata dal sisma di magnitudo 7.5 che ha colpito l’isola indonesiana, la scorsa settimana. Al momento non è stata ordinata l’evacuazione, ma la popolazione trema: l’eruzione ha formato una colonna di fumo e cenere che ha raggiunto un’altezza di circa 6.000 metri.

Secondo le autorità sarebbe meglio evitare l’area fino a 6,5 chilometri a sudovest del vulcano. Inoltre sono stati avvertiti i controllori del traffico aereo, circa i rischi legati alle nubi di cenere, ma al momento l’aeroporto di Manado opera normalmente.

Bilancio delle vittime delle catastrofi

La popolazione era già stremata a causa dello tsunami e del sisma che ha colpito l’isola, solo pochi giorni fa. Al momento, il numero delle vittime è salito a 1.347 morti accertati, secondo l’ultimo aggiornamento dell’agenzia di protezione civile indonesiana.

Le operazioni di soccorso continuano: si cercano senza sosta i dispersi, concentrandosi nei siti intorno alla città di Palu, completamente sommersa dalle macerie. In particolare, si stima che sotto l’Hotel Roa-Roa ci possano essere oltre 60 persone. Secondo quanto riportato dall’ufficio umanitario dell’ONU, sono circa 200mila le persone che hanno bisogno di aiuto urgente, e fra loro decine di migliaia di bambini.