×

Rieti, trovata donna mummificata: era scomparsa nel 2009

Era scomparsa da quasi 10 anni, ma nessun parente aveva dato l'allarme. Viene ritrovato il cadavere mummificato nella sua casa al mare.

Una macabra scoperta in un appartamento di Martinsicuro, in provincia di Teramo. La squadra mobile e del gabinetto provinciale della polizia scientifica, coadiuvati dai vigili del fuoco hanno rinvenuto un cadavere mummificato accanto al letto. Si tratta di Marisa Cristante, donna classe 1932, scomparsa nel 2009.

Ricerche interrotte per assenza di parenti

La donna era residente a Pozzaglia Sabina in provincia di Rieti. La sua scomparsa risale al 2009, ma solo due anni dopo venne formalizzata la denuncia, presso la Questura, grazie al vicino di casa. Le prime ricerche, che non avevano dato alcun esito, sono state poi sospese, per assenza di parenti. Solo, oggi, ottobre 2018, a distanza di circa 10 anni questa è stata ritrovata in una casa sulla riviera teramana. Infatti, la donna era proprietaria di un’appartamento del condominio di via Vezzola, a Martinsicuro.

Il ritrovamento del cadavere mummificato

E’ stato il sindaco di Pozzaglia Sabina ad accertarsi di questa ipotesi e l’ha subito segnalato al Questore di Teramo.

A quel punto, le indagini sono ripartite fino al ritrovamento del corpo della donna. Una scoperta raccapricciante per la Scientifica e i vigili del fuoco, che una volta entrata nell’appartamento, ha rinvenuto il cadavere mummificato, accanto al letto. La salma è stata rimossa e poi trasferita presso l’obitorio dell’ospedale civile Mazzini di Teramo, come ordinato dal sostituto procuratore di turno. Al momento è a disposizione dell’autorità giudiziaria per le analisi e gli accertamenti: nelle prossime ore si dovrà scoprire, orientativamente, il motivo del decesso. L’anziana signora oggi avrebbe avuto 86 anni.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:

Leggi anche