×

Attacco hacker al sito della Nasa: arrestato giovane di Salò

Un giovane di Salò è stato arrestato per aver condotto un attacco hacker ai sistemi informatici della Nasa e di altre sessanta istituzioni italiane

Nel 2013 qualcuno riuscì ad insinuarsi tra alcune falle dei sistemi informatici della NASA e di otto siti ad essa collegati, violandone i sistemi e modificandone l’home page. Il responsabile dell’attacco hacker si è scoperto essere un ragazzo venticinquenne residente a Salò, comune situato in Provincia di Brescia. L’indagato messo di fronte alle prove raccolte a suo carico dagli inquirenti non ha potuto far altro che ammettere le sue responsabilità. Ad incastrarlo una indagine della Polizia Postale, che coordinata dalla Procura di Brescia è riuscita a risalire al responsabile del crimine informatico grazie alla rivendicazione del gesto apparsa sui social.

Attacco Hacker rivendicato su Facebook

Infatti il ragazzo ha postato su Facebook un post nel quale rivendicava l’appartenenza al gruppo “Master Italian Hacker Team”, una comunità già nota per essersi resa responsabile dell’attacco a diversi siti istituzionali.

Una mossa che ha attirato l’attenzione degli uomini del Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture, che messi in allerta hanno analizzato e ricostruito il percorso dell’attacco, riuscendo così a risalire al ragazzo residente a Salò.

Gli agenti, una volta raccolte prove a sufficienza sono riusciti ad ottenere un mandato di perquisizione per la residenza del presunto pirata informatico, nel corso della quale hanno ritrovato prove sufficienti ad attribuirgli la responsabilità di circa sessanta diversi attacchi condotti contro i siti di istituzioni e di enti italiani. Tra i tanti obiettivi figurava il sito della Rai, della Polizia Penitenziaria e diversi siti di province toscane. Le accuse mosse nei suoi confronti sono accesso abusivo e danneggiamento di sistema informatico.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche