Filma amica in un'orgia e la ricatta: "ora fai sesso con me"
Filma amica in un’orgia e la ricatta: “ora fai sesso con me”
Cronaca

Filma amica in un’orgia e la ricatta: “ora fai sesso con me”

stupro

Un 40enne in provincia di Pisa ricattava un'amica: "Se non fai sesso con me diffondo un video dove fai un'orgia". E' accusato di tentato stupro.

Inizia come un ricatto, prosegue come un’estorsione e finisce come una tentata violenza sessuale. Un artigiano 40enne in provincia di Pisa dovrà infatti rispondere di quest’ultimo capo d’accusa perché ha tentato di costringere una ragazza a fare sesso con lui. In caso contrario, l’uomo avrebbe diffuso via WhatsApp e sui social un video che la ritraeva in un’orgia.

Ricatto hot è stupro

L’uomo aveva ottenuto la fiducia della giovane procurandole di tanto in tanto qualche dose di droga. E’ così che la convince ad andare ad una festa a Tirrenia, frazione di Pisa. Quando giunti sul posto, però, nell’appartamento ci sono solo poche persone. Il 40enne convince quindi l’amica a fare sesso con due uomini, sempre sotto l’effetto di stupefacenti. Come riporta IlTirreno.it, l’uomo gira però un video hot di quel ménage à trois a luci rosse.

A quel punto, pensa di avere la ragazza in scacco.

Poco tempo dopo infatti il 40enne le chiede di fare sesso perché solo in questa maniera la giovane avrebbe potuto impedire la diffusione su internet del video. La ragazza però non si lascia intimorire e va direttamente alla Polizia postale, dove sporge denuncia contro l’uomo.

Inizialmente il 40enne, è stato rinviato a giudizio con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacente e tentata estorsione. In base ad una recente sentenza della Cassazione che ha deliberato in merito a tali forme ricattatorie, il reato è stato però convertito in tentato stupro.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche