Belluno, infarto alla guida ma evita di provocare incidente
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Belluno, infarto alla guida ma evita di provocare incidente
Cronaca

Belluno, infarto alla guida ma evita di provocare incidente

bicicletta

Un 81enne è stato colto da infarto mentre guidava a Belluno. Nonostante questo, l'uomo ha avuto la prontezza di evitare un incidente stradale.

Si è sentito male mentre era alla guida della sua Lancia Delta. Nonostante l’infarto, l’81enne Pericle Calmasini di Stra (Venezia) ha pensato prima di tutto a mettere in salvo i pedoni e gli altri automobilisti.

Pensa agli altri durante l’infarto

L’uomo stava viaggiando nel pomeriggio di martedì 16 ottobre 2018 in via Vittorio Veneto, partito da Belluno con direzione Ponte nelle Alpi. Quando è arrivato all’altezza del civico 182 l’uomo però ha cominciato ad accusare un forte dolore al petto, come riporta Il Gazzettino. Pericle era solo alla guida, e se nessuno poteva soccorrerlo in quei frangenti, lui almeno avrebbe potuto evitare di coinvolgere in un incidente altre persone.

L’81enne infatti ha avuto la prontezza di spostarsi fuori strada. L’auto è quindi finita dapprima sul marciapiede e si è bloccata proprio davanti all’ingresso di un negozio di polizze. Non è chiaro se sia stato Pericle a frenare in tempo, fatto sta che l’automobile si è fermata pochi centimetri prima della vetrina, che così non è andata in frantumi.

A quel punto, l’uomo ha perso i sensi.

L’allarme è scattato immediatamente e in pochi minuti sul posto sono giunte le forze dell’ordine e i sanitari del 118. Un’ambulanza ha trasportato d’urgenza l’81enne presso l’ospedale a Belluno, mentre i medici effettuavano le manovre di rianimazione. Purtroppo, una volta giunto nel nosocomio non è stato possibile fare altro che decretare la morte di Pericle Calmasini, che grazie a questo suo piccolo gesto d’altruismo in punto di morte verrà comunque ricordato come un eroe.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche