Buono spesa di 50 euro da McDonald's, ma è bufala
Buono spesa di 50 euro da McDonald’s, ma è bufala
Cronaca

Buono spesa di 50 euro da McDonald’s, ma è bufala

Buono spesa di 50 euro da McDonald's, ma è bufala

Un buono spesa di 50 euro per festeggiare i 50 anni del Big Mac. Un'offerta allettante? No, una bufala per rubare i dati personali.

“McDonald’s festeggia i 50 anni del Big Mac”. Un sms su Whatsapp davvero ghiotto: 50 euro di buono spesa seguendo il link del messaggio. Un’offerta invitante per tutti gli amanti del numero 1 dei fast food, se non fosse che si tratta di una bufala. Una notizia falsa, che, se si decide di dare credito, può trasformarsi in una vera e propria truffa. Secondo quanto riportato da Leggo, nel messaggio è contenuto un link che potrebbe fornire agli hacker i dati personali degli utenti.

Buono spesa per un questionario

La strategia rientrerebbe nelle più classiche. Il link ricevuto su Whatsapp porterebbe a un semplice questionario. Nel messaggio, viene spiegato che la compilazione di quest’ultimo è fondamentale per la corretta acquisizione del buono spesa. L’idea di avere 50 euro così facilmente è allettante, ma la promozione non è altro che una truffa. L’utente fornisce i suoi dati al mittente del falso sms, che entra così in possesso delle informazioni.

Spedizione automatica

La truffa non si ferma certo qui.

Una volta compilato il questionario, il cellulare invierà automaticamente a tutti i contatti che l’utente ha in rubrica la medesima falsa promozione. Niente buono, ma in compenso, una vera e propria raccolta di dati personali degli utenti. Il sito di Bufale.net sottolinea che il modo di individuare che si tratta di un falso c’è, ed è molto semplice: interrogare direttamente la presunta fonte del messaggio. Sul sito di McDonald’s, infatti, non compare alcun tipo di promozione di questo tipo. Probabilmente, gli utenti si vedranno arrivare tali messaggi dai loro contatti, viste le meccaniche di invio automatico del falso sms. Il consiglio è quello di avvisare l’ignaro mittente, di essere stato vittima di un attacco hacker.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Andrea Danneo
Andrea Danneo 307 Articoli
Palermitano di nascita, milanese acquisito, ho iniziato a scrivere di Rugby e di Basket sul web. Dopo una bella esperienza in un sito di informazione locale, mi sono laureato in Lettere moderne a Milano e ho concluso la mia formazione alla scuola di Giornalismo dell'Università Cattolica. Lettore di libri incallito, inseguo il sogno di raccontare le piccole e grandi storie, sia in forma scritta, sia in video.