Milano, attacco d'asma a scuola: morta dopo 48 ore di agonia | Notizie.it
Milano, attacco d’asma a scuola: morta dopo 48 ore di agonia
Cronaca

Milano, attacco d’asma a scuola: morta dopo 48 ore di agonia

Milano
Milano

Dopo due giorni di coma, è morta al San Raffaele una ragazza di sedici anni. Ad averla uccisa un attacco di asma che aveva avuto a scuola

Tragedia a Melegno, cittadina alle porte di Milano. Una ragazza di appena sedici anni è deceduta in seguito a un attacco d’asma. La vicenda tanto drammatica si è consumata tra le fila dei banchi di scuola, per poi perdere la vita dopo due giorni di agonia. E’ morta nel suo letto presso l’ospedale San Raffaele.

Tragedia alle porte di Milano

La sedicenne è stata drammaticamente colpita da un attacco d’asma mentre si trovava a scuola, l’Afol di Melegnano, in piazza Bianchi. Era la mattinata di martedì 16 ottobre 2018.

Milano

A provocare la forte reazione asmatica è stata probabilmente un’allergia olfattiva. La giovane aveva iniziato a tossire e in una ventina di secondi era cominciato a mancarle il fiato. I compagni di classe si erano accorti del fatto che non riusciva più a respirare. Poi l’arresto cardiaco. Inutile ogni tentativo di rianimarla. La sedicenne è arrivata in ospedale già gravissima. Dopo due giorni di coma, il decesso.

Milano

Il problema dell’asma

L’asma è una delle patologie più diffuse al mondo.

Si stimano cifre pari a 300 milioni di pazienti asmatici. Nell’Ue la prevalenza varia a seconda del Paese considerato, stabilizzandosi attorno a una percentuale compresa fra il 4 il 7%. In Italia l’incidenza è del 4,5% della popolazione, pari a 2,6 milioni di pazienti.

Tuttavia, il numero di persone che soffrono di asma è in costante aumento, soprattutto nei Paesi occidentali. La presenza di particolari fattori ambientali, lo stile di vita, l’inquinamento atmosferico e alcuni fattori igienici potrebbero avere un ruolo importante nell’aumento di prevalenza dell’asma in queste aree.

Respiro difficoltoso o sibilante, tosse, senso di costrizione e soffocamento al petto possono far venire il sospetto che si tratti di asma. Rivolgersi al medico è il primo passo per fugare ogni dubbio e, nell’eventualità di una diagnosi positiva, ottenere le giuste rassicurazioni.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Diadora Cyclette Lilly Rigenerata
79.95 €
173 € -54 %
Compra ora
Asia Angaroni
Asia Angaroni 723 Articoli
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.