Pizzaiolo ucciso a calci pugni nel suo appartamento: fermato un giovane
Pizzaiolo ucciso a calci e pugni: fermato un giovane
Cronaca

Pizzaiolo ucciso a calci e pugni: fermato un giovane

omicidio rocco desiante ravenna

Rocco Desiante, 43 anni, era stato trovato morto nel suo appartamento a Castiglione di Cervia: "Ucciso a calci e pugni". Arrestato un sospettato.

Trovato morto nel suo appartamento di Castiglione di Cervia, in provincia di Ravenna, un uomo di 43 anni. Gli investigatori non hanno avuto dubbi fin dal principio: è stato ucciso, probabilmente a mani nude, preso a calci e a pugni e poi lasciato in una pozza di sangue. Probabilmente la vittima, Rocco Desiante, pizzaiolo di origine pugliese, conosceva il suo assassino. I carabinieri, accorsi sulla scena del crimine, hanno trovato la porta chiusa dall’interno e nessun segno di scasso in casa. Per il suo omicidio è stato arrestato un giovane, di cui non è ancora nota l’identità, che si trova ora in carcere in attesa di essere interrogato.

omicidio rocco desiante

Trovato morto: “Aveva il cranio fracassato”

Aveva il cranio fracassato a furia di botte Rocco Desiante, il pizzaiolo trovato morto nel suo appartamento nel ravennate nella notte tra il 6 e il 7 ottobre 2018. Tutto lasciava presupporre che la vittima avesse fatto entrare il killer in casa sua senza il minimo sospetto di quello che avrebbe potuto attenderlo.

Una volta compiuto l’estremo gesto il misterioso assassino avrebbe poi richiuso la porta alle sue spalle, lasciando Rocco inerme sul pavimento. A denunciare la scomparsa un conoscente della vittima, il proprietario del bilocale dove l’uomo si era trasferito da qualche giorno, che, non avendo sue notizie da qualche giorno, è andato a cercarlo. Trovata la porta dell’appartamento chiuso avrebbe poi chiamato i vigili del fuoco.

Un fermo per l’omicidio di Rocco Desiante

Le indagini sono state affidate ai Pm Alessandro Mancini e Antonio Vincenzo Bartolozzi. Sono stati loro ad avanzare la richiesta di fermo a carico del giovane, di origine straniera, principale sospettato dell’omicidio. Prima dell’arresto pare che gli investigatori stessero lavorando sull’ipotesi di una discussione degenerata come principale movente dell’assassinio. Desiante, incensurato, era stato visto l’ultima volta la sera stessa dell’omicidio, mercoledì 3 ottobre, in un bar della zona. Al vaglio dei carabinieri i filmati delle telecamere di sorveglianza della zona. Sentiti anche i vicini della vittima alla alla ricerca di informazioni utili alla ricostruzione della notte del delitto.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Diadora Cyclette Lilly Rigenerata
79.95 €
173 € -54 %
Compra ora